| categoria: Il Commento

La “solitudine” dorata delle piccole star, ecco cosa passa la tv pubblica (Rai 1)

Il nostro post su FB sul caso Gerini, ospite della trasmissione condotto da Caterina balivo su RAI 1

Il nostro post su FB sul caso Gerini, ospite della trasmissione condotto da Caterina balivo su RAI 1

Claudia Gerini (nella foto) primo ospite della trasmissione condotta dalla Balivo su RAI 1. L’attrice è venuta – ovviamente – a rinfrescare la sua immagine di artista. Purtroppo le sue parole sono vuote e senza un senso logico. Dice di se stessa (scoop o voyerismo) nel salotto della TV pubblica (a nostre spese) che lei è single, quindi sola. Ma,tiene a precisare, non prova la solitudine ma la libertà. Certo. Libertà dai toy boy è possibile. Quello in cui non si può credere invece è intendere la solitudine di un essere umano arrivato alla soglia dei 50 anni come libertà. Per la sua condizione sociale ed economica è evidente che anche da “sola” non soffra di solitudine. Perché il suo tenore di vita, guadagnato, per carità, non le permetterà mai di essere sola in senso assoluto, circondata sempre e comunque dal suo staff, agente, Dame di compagnia varie, tipo amiche del cuore che mai abbandonerebbero un personaggio pubblico come lei. Parliamo di vera solitudine, per favore. Quella che prende agli anziani poveri che non trovano i soldi per mangiare o per affrontare cure costose. Quelli che si suicidano o che chiamano la polizia fingendo un furto per parlare qualche minuto con una persona e non più solo con le pareti di casa. Parliamo seriamente della solitudine che nel nostro paese da nord a sud miete vittime, dal post partum, alle famiglie in difficoltà economiche, agli anziani dimenticati dai servizi sociali. Ancora la tv pubblica rispecchia quella privata dove per vendere la pubblicità si venderebbe la madre. Giuseppe Cecchini Online-News 2018

Ti potrebbero interessare anche:

Sorpresa, i comizi (tranne Grillo) non li fa più nessuno. Molto più efficace la tv
Il Pd? E' un non-partito, è malato e non ci interessa
Affidereste il paese a Renzi, Alfano e Letta?
UN BILANCIO AD UN ANNO DAL TERREMOTO
LA LEZIONE AUSTRIACA E CECA
Stato contro Stato, l'imputato gode. Le pericolose derive del caso Ragusa



wordpress stat