| categoria: economia

Record di occupati nel II trimestre, superati i livelli pre-crisi

Forte aumento dell’occupazione in Italia nel secondo trimestre. Lo indica l’Istat. Gli occupati stimati dalla Rilevazione sulle forze di lavoro, pari a 23 milioni 318 mila persone al netto degli effetti stagionali, sono in aumento rispetto al trimestre precedente (+203 mila; +0,9 punti); la crescita è maggiore nel Centro e nel Mezzogiorno (+1,1% in entrambi i casi) in confronto al Nord (+0,7%). Il tasso di occupazione giunge al 58,7% (+0,5 punti), con l’aumento che riguarda entrambi i generi e tutte le classi di età.

L’input di lavoro utilizzato complessivamente dal sistema economico (espresso dalle ore lavorate di Contabilità Nazionale) registra un aumento dello 0,7% su base congiunturale e un aumento dell’1,5% in termini tendenziali. La crescita congiunturale del numero di occupati è il risultato di un ulteriore incremento dei dipendenti a tempo determinato (+107 mila, 3,6%) – a fronte della sostanziale stabilità del tempo indeterminato (+7 mila) – e del consistente aumento degli indipendenti (+89 mila, +1,7%), dopo cinque trimestri di calo. L’Istat nota come il secondo trimestre si caratterizzi «per un deciso aumento dell’occupazione rispetto al trimestre precedente, in un contesto di diminuzione della disoccupazione e dell’inattività». L’andamento tendenziale mostra una crescita di 387 mila occupati (+1,7% in un anno), concentrata tra i dipendenti a termine a fronte del calo di quelli a tempo indeterminato (+390 mila e -33 mila, rispettivamente) e della crescita degli indipendenti (+30 mila). Nel secondo trimestre del 2018 l’incidenza dei lavoratori dipendenti a termine sul totale dei dipendenti raggiunge il 17%. Persiste da quindici trimestri l’incremento degli occupati a tempo pieno mentre tornano ad aumentare i lavoratori a tempo parziale, esclusivamente nella componente involontaria, la cui incidenza sale al 63,7% (+3,1 punti) dei lavoratori a tempo parziale e all’11,9% del totale degli occupati (+0,6 punti). Nel secondo trimestre 2018 prosegue la crescita dell’occupazione e del relativo tasso per i giovani di 15-34 anni, verificata a livello sia congiunturale sia tendenziale. L’aumento dell’occupazione, benchè diffuso per genere e ripartizione, è più intenso per le donne e nelle regioni del Centro e del Mezzogiorno.

Ti potrebbero interessare anche:

Spese delle famiglie ridotte di oltre 3.600 euro in cinque anni
Fisco, aumentano le entrate tributarie erariali
Pfizer offre 100 miliardi di dollari per AstraZeneca. Proposta bocciata
Federalberghi chiede l'aiuto del governo contro Booking
Mps, Qatar si tira indietro da aumento capitale: ora la banca vale solo 477 milioni
Pensioni: Consulta, legittimo bonus sulle perequazioni



wordpress stat