| categoria: gusto

FOOD: FESTA DEL BACALÀ A SANDRIGO PER CELEBRARE PIATTO TRADIZIONE VICENTINA

– Torna a Sandrigo (Viicenza), dal 21 settembre al 1° ottobre, l’appuntamento con la Festa che celebra il bacalà alla vicentina e il rapporto speciale che lega il paese veneto alla Norvegia, in particolare all’isola di Røst, dove si produce lo stoccafisso utilizzato per prepararlo. Sarà una trentunesima edizione ricca di novità. La Festa del Bacalà si terrà quest’anno in un’area verde attigua a piazza San Filippo e Giacomo, più ampia della precedente sede, per accogliere in modo migliore gli oltre 45.000 visitatori previsti. Un’area relax dedicata al dopocena sarà riservata per gustarsi un caffè o per degustare del Torcolato, accompagnati da dolci della tradizione, sorbetti al cucchiaio e gelati artigianali. Domenica 30 settembre si svolgerà invece la tradizionale cerimonia di investitura. Il Priore della Venerabile Confraternità del Bacalà, Galliano Rosset, benedirà con un grande stoccafisso i nuovi confratelli che si impegneranno a diffondere e a promuovere questo piatto nel mondo. Sarà presente una delegazione di abitanti dell’Isola di Røst legati ormai a Sandrigo da grande amicizia oltre che da rapporti commerciali. Un legame che nasce nel lontano 1431, quando il mercante veneziano Pietro Querini, partito da Candia (isola di Creta) con una nave carica di vino malvasia, legni aromatici, spezie e cotone, fece naufragio e fu accolto dagli abitanti di quelle lontane isole. Quando Querini tornò a casa portò con sé questo pesce essiccato, chiamato dai vicentini bacalà (con una sola c) per una ragione fonetica, molto più facile da pronunciare per un veneto rispetto alla parola stoccafisso. Gli stand gastronomici della Festa, attivi da venerdì 21 a domenica 23 e poi da giovedì 28 a lunedì 1 ottobre, proporranno sempre il piatto della tradizione vicentina mentre si alterneranno nei vari giorni molte altre specialità a base di stoccafisso, come i bigoli al torchio, il risotto, gli gnocchi.
E con il bacalà si incontra anche il vino a Sandrigo. L’appuntamento è per domenica 23 settembre, dalle 15,30 alle 21,30, a Villa Mascotto ad Ancignano di Sandrigo (Vicenza), con la quarta edizione del banco d’assaggio Bacco e Bacalà. L’evento, organizzato dalla Pro Sandrigo e da Ais Veneto, porterà nelle sale e nel parco della villa il piatto della tradizione vicentina, proposto in abbinamento ad oltre centocinquanta etichette italiane ed estere e, per la prima volta, anche alle birre artigianali. In degustazione sarà possibile trovare alcuni autoctoni come il Tai Rosso delle aziende Agricola Nani e Dal Maso, il Torcolato e il Vespaiolo delle cantine della Doc Breganze (Beato Bartolomeo, IoMazzuccato, Cà Biasi, Maculan, Le Vigne di Roberto, Col Dovigo e Faresin Società Agricola). Si potranno assaggiare anche i vini delle Selezioni Roberta Moresco, sommelier e imprenditrice marosticana, ed etichette provenienti da grandi territori italiani vocati alla viticoltura come la Franciacorta e il Friuli, ma anche da Sicilia e Toscana, oltre che da alcune cantine francesi e slovene. I sei birrifici artigianali che proporranno in degustazione i loro prodotti saranno Il Maglio, La Gastaldia, B2O, Il Grillo e Campobiondo, che presenterà Brezza e Mistica, una bionda e un’ambrata create appositamente per l’abbinamento ai piatti a base di stoccafisso, provenienti dal Veneto e il birrificio Bire Tosolini dal Friuli. Incluse nel biglietto d’ingresso i visitatori potranno assaggiare tre specialità preparate con il bacalà: la pizza al Bacalà, il Bacalà mantecato e il Bacalà alla Vicentina con la polenta.

Ti potrebbero interessare anche:

SAN VALENTINO/Gli elisir dell'amore da nord a sud
"Chef solidali", Casale del Giglio abbraccia il progetto
Parco nazionale Alta Murgia, salvare il pane d'Altamura
Roma Capitale della birra artigianale: dall'11 settembre torna il festival "Fermentazioni"
Tra birra industriale e microbirrifici è fusion di stili
A TAVOLA L'EROS PASSA PER ASPARAGO, RUCOLA E CIPOLLA ROSSA



wordpress stat