| categoria: Dall'interno

#CHIGUIDANONBEVE, SABATO A BOLOGNA PROVE DI GUIDA SICURA

Un paio di occhiali e una pista elettrica a quattro corsie con auto telecomandate, per partecipare ad una gara prima da sobrio e poi simulando le condizioni di chi si mette al volante dopo aver bevuto un bicchiere di troppo. Per provare e toccare con mano la differenza tra una guida sicura e una sotto l’effetto di alcool, come monito nella vita reale e per invitare tutti a non mettersi al volante dopo aver bevuto. Sabato 22 settembre (dalle 10 alle 19) in piazza Maggiore a Bologna si terrà l’evento clou della campagna sociale 2018/2020 #chiguidanonbeve promossa dall’associazione Familiari e Vittime della Strada basta sangue sulle strade Onlus e sostenuta dall’Osservatorio per l’educazione alla sicurezza stradale della Regione Emilia-Romagna, nell’ambito della Settimana europea della mobilità. L’obiettivo è sensibilizzare attraverso il gioco al tema della disattenzione alla guida come causa principale degli incidenti stradali, con particolare attenzione all’abuso di alcol. A disposizione di chi vorrà provare sarà quindi allestita la «SlotCar #chiguidanonbeve», una pista elettrica professionale a 4 corsie, delle dimensioni di 7×3 metri con auto telecomandate. I partecipanti gareggeranno la prima volta in modo libero mentre la seconda indossando speciali «occhiali alcolemici», cioè particolari visori che simulano lo stato d’ebbrezza e fanno toccare con mano quanto sia davvero rischioso guidare sotto l’effetto dell’alcol. La campagna, che ha ottenuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei ministri, dei ministeri dell’Interno e della Giustizia e della Polizia di Stato, vuole anche informare sulle conseguenze penali dell’omicidio stradale, di cui la guida in stato di ebbrezza è una fattispecie. Per questo durante la manifestazione verranno anche distribuite brochure corredate da etiltest monouso. Altro materiale sullo stesso tema verrà donato ai locali pubblici che somministrano bevande. Alle 11,30 è prevista l’inaugurazione ufficiale dell’iniziativa. Saranno presenti, tra gli altri gli assessori alla Mobilità della Regione, Raffaele Donini, e del Comune di Bologna, Irene Priolo; , il presidente dell’Osservatorio regionale per l’educazione alla sicurezza stradale, Mauro Sorbi; il Consigliere delegato della Città Metropolitana di Bologna, Marco Monesi; il questore di Bologna, Gianfranco Bernabei; la vice prefetto, Sandra Pellegrino; il Comandante provinciale dei Carabinieri di Bologna, Pierluigi Solazzo; il vicario generale per la sinodalità, Stefano Ottani, e il rappresentante dell’Aci di Bologna, Domenico Salcito.

Ti potrebbero interessare anche:

Pedofilia: abusi su minori, arrestato un sacerdote in Piemonte
GAY/ La figlia del marò Latorre fa outing su Facebook
YARA/ Bossetti, in quest'aula hanno mentito tutti
Che succede alla "Giulia"? Alfa Romeo tace ma debutto rimandato
Stupro di gruppo su una 13enne, 9 arresti a Reggio Calabria: la vittima è stata anche fotografata
PAPA: LACRIME PER VESCOVI CINA.E TUONA CONTRO ILLAZIONI



wordpress stat