| categoria: Dall'interno

Tangenti in Algeria, assolti Scaroni e l’Eni. Condannati ex manager e mediatori

Il Tribunale di Milano ha assolto l’ex amministratore delegato dellEni e attuale presidente del Milan Paolo Scaroni, uno degli imputati per corruzione internazionale per il caso delle presunte tangenti pagate all’ex ministro dell’Energia algerino e al suo entourage in cambio di appalti per lo sfruttamento di giacimenti petroliferi nel Paese africano. I giudici hanno anche assolto anche Antonio Vella, manager di Eni, e lo stesso gruppo petrolifero italiano.

Il Tribunale di Milano, per la vicenda della presunta maxi tangente da 197 milioni pagata all’allora ministro algerino, ha condannato a pene dai 5 anni 5 mesi ai 4 anni e 1 mese gli altri imputati: tre ex dirigenti di Saipem Pietro Varone, Alessandro Bernini e Pietro Tali, e la partecipata di Eni (400 mila euro di multa), il presunto mediatore Farid Bedjaoui, Samyr Ouraied e Omar Habour. Disposta la confisca dei 197 milioni, prezzo della corruzione.

«E’ la stessa conclusione a cui era arrivato il Gup. Si è confermata una decisione di tre anni fa poi annullata dalla Cassazione per vizi di forma». Così il difensore di Scaroni, Enrico de Castiglione, ha commentato la sentenza. Il riferimento dell’avvocato è al fatto che in udienza preliminare il Gup di Milano Alessandra Clemente nell’ottobre 2015 aveva rinviato a giudizio solo una parte degli imputati, prosciogliendo – come accaduto oggi – l’Eni, Scaroni e Vella. Ma oi su ricorso della procura di Milano, la Corte di Cassazione aveva ribaltato quella decisione mandando a processo Scaroni, Vella e l’Eni, oggi assolti.

Ti potrebbero interessare anche:

Strage dei migranti, localizzato il relitto: ci sono molti corpi
Camion con carico tossico si rovescia vicino ad Attigliano: A1 bloccata
Savoia ha colpa per morte Dirk Hamer. Niente diritto all'oblio
Bimba muore azzannata da due cani, ferito anche il nonno
Milano, carabiniere ucciso da un collega durante esercitazione in caserma
LA DIPENDENZA DA VIDEOGAME ORA È UFFICIALMENTE MALATTIA



wordpress stat