| categoria: litorale

Sperlonga, odori nauseabondi: indagato manager dei rifiuti

Odori nauseabondi. Miasmi tali da provocare malori ai residenti nelle vicinanze della piattaforma ecologica di Sperlonga e a costringerli a tenere le finestre ben chiuse anche nelle scorse settimane estive. Una situazione di pericolo e disagio quella attorno allo spazio utilizzato, in località Valle Sica, per gestire i rifiuti urbani, realizzato in una cava naturale, di proprietà comunale, a due passi dalla Flacca. Scattata l’ennesima inchiesta sul centro turistico-balneare pontino, il sostituto procuratore Luigia Spinelli ha così fatto sequestrare il sito. I carabinieri del Nipaf di Latina e i colleghi della locale stazione hanno messo i sigilli all’area di circa mille metri quadrati e, con l’accusa di getto pericoloso di cose, è stato indagato Emanuele Fatone, amministratore della Servizi Industriali srl, la società pontina che si occupa della raccolta differenziata dei rifiuti a Sperlonga. Secondo la Procura di Latina, l’azienda non ha impedito, a partire dallo scorso anno, che dalla piattaforma ecologica si sviluppassero “esalazioni odorigene maleodoranti oltre la normale tollerabilità”.

Nello stesso giorno in cui sono stati messi i sigilli alla piattaforma ecologica, la giunta comunale ha intanto dato incarico a un legale per costituirsi nel processo a carico del sindaco, del suo vice, di tecnici, funzionari comunali, imprenditori e funzionari della Soprintendenza per i presunti abusi grazie ai quali sarebbe stato costruito l’hotel “Ganimede”. Un processo che avrà inizio, il 1 ottobre, davanti al Tribunale di Latina, in cui il Comune è parte lesa, ma per cui la giunta, anziché dare mandato a un legale per costituirsi come parte civile e chiedere così i danni, ha deciso di affidare a un avvocato l’incarico di costituirsi per contestare le tesi della pubblica accusa.

Ti potrebbero interessare anche:

MARINA DI SAN NICOLA/Revocata ordinanza di non potabilità
ANALISI/ La nuova giunta (M5S) si presenta: "Salute prima di tutto. No al ricatto occupazionale...
L’inchiesta/ 1 – Che fine ha fatto il comitato che doveva rilanciare Sabaudia?
MIGRANTI/ "Renzi e Alfano uccidono anche il turismo del Litorale
Ostia, sigilli alla discoteca: non rispettati i limiti di presenze
Secondo ristorante a fuoco in 24 ore a Ostia. Un avvertimento?



wordpress stat