| categoria: sanità Lazio, Senza categoria

ASLROMA4/ Obesity day, a Civitavecchia si lavora per la prevenzione

Il 10 ottobre è la giornata scelta dall’Adi (Associazione italiana di dietologia e nutrizione clinica) per sensibilizzare e informare i cittadini su sovrappeso e salute. L’Obesity Day, alla sua dodicesima edizione, prevede l’apertura al pubblico dei centri (circa 200, fra strutture ospedaliere, cliniche e Asl) e la disponibilità gratuita degli esperti Adi che forniranno consigli su come prevenire e curare i problemi di peso. Il SIAN della ASL Roma 4 è uno dei Servizi sul territorio nazionale aperti alla popolazione nel giorno dell’Obesity Day e per l’occasione apre due ambulatori, a Civitavecchia in Via Terme di Traiano 39 A, I piano stanza 115, a Morlupo in Via Roncacci 78 presso il Consultorio Aziendale. L’apertura al pubblico è prevista per entrambi gli ambulatori con il seguente orario: 9,00-13,00.
Come noto in Italia più di un terzo della popolazione adulta (35,3%) è in sovrappeso e una persona su dieci è obesa (9,8%), con una concentrazione maggiore nelle regioni meridionali e principalmente negli uomini rispetto alle donne. E’ importante creare campagne di sensibilizzazione non solo a livello Istituzionale, ma soprattutto sul grande pubblico, dove l’obesità non è ancora percepita come una malattia altamente invalidante. In realtà si tratta di una malattia complessa, che non può essere sottovalutata e che comporta un’ampia serie di ripercussioni sulla salute. I soggetti obesi sono a maggior rischio per lo sviluppo di svariati disturbi che comprendono malattie metaboliche come il diabete e la dislipidemia (alti livelli di colesterolo e trigliceridi), malattie cardiovascolari come l’ictus e l’infarto, malattie respiratorie (quali le apnee notturne), problemi a carico delle articolazioni (dolori causati da artrosi alle ginocchia, alle anche e alla schiena), disturbi ginecologici (irregolarità mestruali, sindrome dell’ovaio policistico, complicanze in gravidanza), infertilità, disturbi della sfera sessuale (impotenza), predisposizione allo sviluppo di malattie dell’apparato digerente (ad esempio reflusso gastroesofageo, calcoli della colecisti), disturbi dell’umore (per esempio depressione).L’obesità infine aumenta il rischio di sviluppo di alcuni tumori quali ad esempio il tumore endometriale (un tipo di tumore dell’utero), il tumore colorettale, della colecisti e della mammella.

Ti potrebbero interessare anche:

Grillini all'assalto, prendiamoci il Parlamento
F35/ Di Battista mette in crisi i grillini
IL PUNTO/ Spending review? La Pisana costa cara, ma basta tagliare
Pillola dei 5 giorni dopo, rischio caos in Italia nel 2015
LA MAPPA DEL POTERE/ Quattro poltrone che scottano. E nessuno si vuole spostare
Stretta sulla sanità: multe a chi non si presenta alle visite



wordpress stat