| categoria: sanità Lazio, Senza categoria

ASL ROMA 4/ Vaccinazione antinfluenzale, stagione 2018– 2019. Offerta gratuita del vaccino

“Vaccinarsi è un vantaggio per sé,un dovere verso gli altri”

L’influenza è una malattia provocata da virus , che colpisce elettivamente le vie respiratorie. L’infezione si trasmette prevalentemente attraverso le gocce di saliva emesse con la tosse, lo starnuto o anche semplicemente parlando.I virus dell’influenza si diffondono più facilmente negli ambienti affollati ma possono resistere per un certo periodo di tempo anche nell’ambiente e possono contaminare oggetti e superfici. Per questi motivi una buona igiene delle mani e coprire bocca e naso quando si tossisce o starnutisce rappresentano precauzioni semplici da prendere, una efficacia per prevenire la diffusione della malattia.Queste semplici precauzioni tuttavia non possono in alcun modo sostituire la vaccinazione.Solitamente la malattia dura circa una settimana e si risolve con la guarigione. In alcuni casi possono verificarsi complicazioni causate ad esempio da infezioni batteriche (soprattutto polmoniti), disidratazione e soprattutto peggioramento di malattie preesistenti (ad es. malattie croniche dell’apparato cardiovascolare, respiratorio, renale, ecc…).
L’influenza costituisce un importante problema di sanità pubblica a causa della grande diffusione, della contagiosità, delle possibili gravi complicanze; è frequente causa di consultazione medica e di ricovero ospedaliero, di assenze lavorative e scolastiche, di elevato consumo di farmaci sintomatici. In corrispondenza delle epidemie stagionali si assiste ad una aumento della mortalità generale.La marcata tendenza dei virus influenzali a variare nel corso del tempo contribuisce a determinare annualmente nella popolazione epidemie ricorrenti. La vaccinazione regolare dei soggetti a rischio di qualunque età a partire dai 6 mesi e delle persone di 65 e più anni costituisce la strategia migliore per contrastare queste epidemie e ridurne le conseguenze nei soggetti più esposti a complicazioni gravi.

La ASL Roma 4 sta organizzando per l’influenza, come tutti gli anni, le attività che inizieranno a fine ottobre per concludersi a fine dicembre. La vaccinazione si esegue dal medico di fiducia o negli ambulatori aziendali dove però va prenotata La vaccinazione antinfluenzale è efficace e sicura come dimostrano ampiamente sia l’esperienza di anni ed anni di uso regolare sia tutti i controlli che vengono eseguiti dagli enti preposti. Oltre ai soggetti a rischio per motivi di salute la vaccinazione è consigliata e somministrata gratuitamente anche agli operatori dei servizi essenziali (segue elenco dettagliato). Da qualche anno è possibile eseguire gratuitamente anche la vaccinazione antipneumococcica, limitatamente alle persone di 65, 70 e 75 anni. Questo vaccino si è dimostrato sicuro ed efficace nel prevenire malattie invasive (setticemie) e polmoniti in anziani e malati. Si tratta dello stesso vaccino somministrato in età pediatrica da anni presso gli ambulatori vaccinali della ASL. Nell’adulto/anziano va eseguito una sola volta nella vita al contrario dell’antinfluenzale che si esegue ogni anno.
A partire da quest’anno le persone che si sono vaccinate dal 01/01/2017 con il vaccino antipneu-mococcico 13- valente potranno usufruire gratuitamente anche della vaccinazione antipneumo-coccica 23-valente.
Questa vaccinazione può essere effettuata con tranquillità al fine di prevenire, per il futuro, malattie e complicazioni anche serie.

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE, STAGIONE 2018 – 2019
OFFERTA GRATUITA DEL VACCINO

a. Soggetti di età  65 anni al 31/12/2018
b. Soggetti di età superiore a 6 mesi e inferiore a 65 anni affetti da:
• malattie croniche a carico dell’apparato respiratorio (inclusa l’asma grave, la displasia broncopolmonare, la fibrosi cistica e la broncopatia cronico ostruttiva – BPCO); anche ricor-renti per i soggetti di età inferiore ai 9 anni
• malattie dell’apparato cardio-circolatorio, comprese le cardiopatie congenite ed acquisite
• diabete mellito e altre malattie metaboliche (inclusi gli obesi con BMI > 30 e gravi patologie concomitanti)
• epatopatie croniche
• insufficienza renale/surrenale cronica
• malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie
• tumori
• malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosop-pressione indotta da farmaci o da HIV
• malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinali
• patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici
• patologie associate ad un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie (ad es. malattie neuromuscolari)
c. Soggetti di età superiore a 6 mesi e inferiore a 18 anni in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di sindrome di Reye in caso di infezione influenzale
d. Donne che all’inizio della stagione epidemica si trovano nel secondo e terzo trimestre di gravi-danza
e. Individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti

PERSONALE DEI SERVIZI ESSENZIALI

f. Medici e personale sanitario di assistenza
g. Familiari e contatti di soggetti ad alto rischio
h. Personale delle Forze dell’Ordine (Polizia di Stato, Polizia Provinciale, Polizia Municipale, Ca-rabinieri, Guardia di Finanza, Polizia penitenziaria, Guardia Forestale), Vigili del Fuoco e per-sonale della protezione civile
i. Personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte d’infezione da virus influenzali non umani:
• allevatori
• addetti all’attività di allevamento
• addetti al trasporto di animali vivi
• macellatori e vaccinatori
• veterinari pubblici e libero-professionisti
j. Altri soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo, quali (indicativamente):
• forze armate
• personale degli asili nido, di scuole dell’infanzia e dell’obbligo
• addetti poste e telecomunicazioni
• volontari servizi sanitari di emergenza
• personale di assistenza case di riposo

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE, STAGIONE 2018 – 2019
MODALITA’ DI PRENOTAZIONE


TELEFONI ATTIVI DAL 8/10/2018 AL 16/11/2018

Distretto n. 1
(Allumiere, Civitavecchia, Santa Marinella, Tolfa)

Tel. 0766501902 dal lunedì al venerdì dalle ore 11.30 alle 13.30

Distretto n. 2
(Cerveteri, Ladispoli)

Tel. 0696669992 (Ladispoli), 06/96669313 (Cerveteri)
dal lunedì al venerdì dalle ore 12.00 alle 13.00

Distretto n. 3
(Anguillara Sabazia , Bracciano, Canale Monterano, Manziana, Trevignano Romano)

Tel. 0696669156 dal lunedì al venerdì dalle ore 11.00 alle 13.00

Distretto n. 4
(Campagnano di Roma, Capena, Castelnuovo di Porto, Civitella San Paolo, Fiano Romano, Filacciano, Formello, Magliano Romano, Mazzano Romano, Morlupo,
Nazzano, Ponzano Romano, Riano, Rignano Flaminio, Sacrofano, Sant’Oreste,
Torrita Tiberina)

Tel. 0696669784 o 0696669338, lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 12.00
alle ore 13.00

Ti potrebbero interessare anche:

Mandiamo al Colle un imprenditore. Forse saprebbe cosa fare
Un esame del sangue made in Italy predice il rischio di ammalarsi di Alzheimer
Regione, nessun taglio all’Ifo ma potenziamento attività cliniche e di ricerca
Tumori, scoperta molecola che ne frena la crescita
NONSOLOROMA/ Malati per giorni in barella al Pronto Soccorso di Sora
Botteghe storiche, attivato un fondo (39 milioni) di riserva



wordpress stat