| categoria: Roma e Lazio

‘PATRIMONIO IN COMUNE’, AL VIA L’OFFERTA DIDATTICA DELLA CAPITALE

Percorsi e visite guidate, itinerari alla scoperta della città, letture di opere d’arte, laboratori, narrazioni, appuntamenti nei musei e nelle biblioteche. La nuova offerta didattica per l’anno 2018/19, promossa da Roma Capitale, assessorato alla Crescita culturale, sovrintendenza capitolina ai Beni culturali, dall’assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale e dall’Istituzione Sistema delle Biblioteche Centri Culturali, con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura, comprende un gran numero di appuntamenti, alcuni riservati a studenti e docenti delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria, e altri dedicati al pubblico vasto dei cittadini di ogni età. Il programma ‘Patrimonio in Comunè- Conoscere è parteciparè, si articola attraverso diverse offerte, rivolte alle scuole ma anche al pubblico. L’obiettivo è quello di sviluppare, attraverso numerose iniziative contatti e relazioni con i cittadini, riducendo la distanza che spesso separa le persone dalle istituzioni museali, dall’esperienza e dalla conoscenza dell’arte. Un percorso a misura di tutti, per conoscere l’arte e la storia di Roma e per acquisire la coscienza del patrimonio artistico come bene condiviso e da tutelare, partecipando attivamente alla vita culturale della città. Cittadini grandi e piccoli sono messi al centro delle attività, in un programma che si propone ‘fuorì dal Museo e ‘oltrè le dinamiche della didattica tradizionale per confrontarsi sui temi dell’accessibilità, culturale e fisica, per accogliere idee, proposte e progetti da sviluppare insieme. Alla ricca proposta di visite, laboratori e progetti tematici, gratuiti per le scuole di Roma e Città Metropolitana, si affianca un’iniziativa speciale per promuovere la conoscenza del patrimonio. Dal 12 al 18 novembre settimana open per tutte le scuole, una grande festa in tutti i musei civici e sul territorio per far conoscere l’impegno della sovrintendenza nella custodia dell’eredità culturale della città. Il sabato e la domenica i ragazzi potranno tornare al museo e usufruire delle visite con la propria famiglia. In programma anche il progetto ‘Educare alle mostrè e ‘Educare alla citta« (AdnKronos) – Nell’ambito della formazione a carattere permanente ‘Patrimonio in Comunè – Conoscere è parteciparè, propone inoltre il progetto ‘Educare alle mostrè, ‘Educare alla città’, giunto alla sua VIII edizione. Da ottobre 2018 a maggio in programma una vasta scelta di proposte didattiche, dedicata non soltanto a studenti e professori, ma offerta a tutti i cittadini. Tra i contenitori tematici, ‘Percorsi nei museì (incontri guidati nei Musei Civici realizzati in maniera interattiva per conoscere i capolavori e le collezioni archeologiche, storico-artistiche e naturalistiche del patrimonio civico), ‘Roma Museo Diffusò (itinerari alla scoperta della città antica e moderna e della Roma contemporanea), ‘Conoscere attraverso il farè (laboratori per apprendere e sperimentare le conoscenze attraverso la creazione manuale e il gioco), ‘Osservare, comprendere, comunicare attraverso l’artè. In quest’ultimo segmento in cinque musei (Musei Capitolini, Museo di Roma, Museo Napoleonico, Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina, Galleria d’Arte Moderna) viene proposta la lettura di un’opera per avvicinarsi all’arte, all’interno di un gruppo, in condivisione e partecipazione. Ed ancora, ‘Un libro aperto sulla storià (itinerari realizzati con i ragazzi per scoprire insieme le trasformazioni della storia attraverso testimonianze monumentali e piccoli segni), ‘Leggere la città’ (doppio appuntamento con il museo e la biblioteca per sviluppare in bambini e ragazzi capacità, competenze e collegamenti, e per abituarli a fruire del patrimonio culturale), ‘Apelettura. La biblioteca va al Museò (un progetto dedicato a piccoli e giovani studenti per avvicinarsi al museo e alla lettura attraverso la ‘mobilità’ dei libri e della cultura. Ed infine, ‘Vieni in biblioteca, ti racconto il museò (appuntamento dedicato ai più piccoli per raccontare che cos’è e come funziona un museo).

Ti potrebbero interessare anche:

Domani urne aperte per le primarie Pd, ultimi appelli
Nuovo centro rifugiati a Civitavecchia. "A Roma sono già 60mila". Stop del Comune
Viterbo, il centrodestra riflette sul business degli immigratii
Bufera su Farmacap dopo il licenziamento del Dg
Forza Nuova rinuncia alla "marcia su Roma"? Lo dice la questura
Alcol e droga: blitz a Trastevere, maxi multe per 28mila euro



wordpress stat