| categoria: attualità

Bandiera svizzera per la Aquarius di SOS Méditerranée?

Permettere ad Aquarius, la nave usata dall’ong SOS Méditerranée per il recupero dei migranti nel Mediterraneo, di battere bandiera Svizzera, in modo che possa continuare la propria missione umanitaria. Lo chiede una petizione inoltrata martedì alla Cancelleria federale a Berna e sottoscritta da 25.000 persone. “Le firme sono state raccolte nell’arco di due settimane. Si tratta di una cifra enorme da parte della società civile”, ha affermato la parlamentare Ada Marra (Partito socialista), presente al momento della consegna. A margine del deposito della petizione, Amnesty International ha organizzato una mobilitazione in favore dell’accoglienza dei migranti.
In precedenza, numerose personalità – tra cui l’ex procuratrice internazionale Carla Del Ponte, l’ex deputato alla camera alta Dick Marty, l’ex ministra Micheline Calmy-Rey, l’ex presidente del Comitato internazionale della Croce Rossa Cornelio Sommaruga, il premio Nobel per la chimica Jacques Dubochet e il regista Markus Imhoof – avevano già consegnato una lettera al Consiglio federale, in cui si precisava “che non è accettabile lasciar morire volutamente degli esseri umani in acque internazionali”.
La nave Aquarius si trova a Marsiglia, sede giuridica di Sos Méditerranée, dove deve risolvere un complesso problema amministrativo seguito alla decisione di Panama di revocarle la bandiera. L’ong ha accusato il ministro dell’interno italiano Matteo Salvini, contrario agli interventi della Aquarius, di aver esercitato pressioni sullo stato centroamericano: Il ministro, e vicepresidente del consiglio, italiano ha smentito.
Dopo la decisione di Panama di non permettere più all’Aquarius di utilizzare la sua bandiera, alcuni parlamentari elvetici avevano già avanzato un’interpellanza dal contenuto analogo a quello della petizione. Tra di loro Kurt Fluri, deputato del Partito Liberale radicale (Plr, destra).

Ti potrebbero interessare anche:

Si è spenta Margaret Thatcher, unica donna Primo ministro in Gran Bretagna
La violenza sulle donne costa 2,4 miliardi l'anno. Boldrini: "Trovare fondi per i centri antivi...
Vatileaks, lo sfogo della Chaoqui contro i giornalisti: «Pagherete caro il mio martirio»
BRUXELLES/ Procuratore, temiamo attentato il 15 gennaio
Macron, il presidente più giovane all'Eliseo
Terrorismo, arrestato a Torino italo-marocchino militante Isis:



wordpress stat