| categoria: sanità Lazio

ARES 118, NESSUN PAZIENTE IN AMBULANZA 9 ORE

«Con riferimento alla denuncia dell’Associazione Codici in merito al soccorso di un ’18enne in ambulanza per nove orè si precisa che il giorno 01 ottobre la Centrale Operativa del 118 di Roma ha ricevuto una chiamata di soccorso per incidente auto/bici in via Asmara». Così in una nota la direzione dell’Ares 118. «La chiamata è arrivata alle ore 11.52. Alle 12 l’ambulanza è giunta sul luogo dell’incidente – spiega l’Ares – e ha preso in carico il paziente (26 enne non 18 enne). Dopo aver effettuato una visita generale e le medicazioni del caso, al paziente è stato assegnato un codice verde per trauma ed è stato trasportato al Gemelli. Giunta al Gemelli alle ore 12.21, all’equipe sanitaria dell’ambulanza è stato comunicato che, in quel momento, il pronto soccorso del nosocomio aveva appena informato la Centrale Operativa di una situazione di superafflusso con diversi codici gialli e rossi in trattamento. Per questo motivo, vista anche la bassa gravità del paziente, si è deciso di indirizzare l’ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale San Filippo Neri, al fine di evitare lunghe attese per il paziente ed un possibile blocco mezzo. L’ambulanza è giunta al San Filippo Neri alle ore 12.40. La ricostruzione dell’Associazione Codici non corrisponde dunque al vero – scrive ancora l’Ares – il paziente non ha assolutamente passato 9 ore a bordo dell’ambulanza e non è mai stato trasportato all’Umberto I. Si ricorda inoltre che ogni cittadino che si rechi privatamente in un Pronto soccorso viene preso in carico e riceve le cure del caso, diversamente se viene preso in carico da un’ambulanza che ne determina la gravità e presta le prime cure, in un’ottica di sistema, si può decidere il ritrasferimento per garantire le migliori e più veloci cure al paziente ed evitare l’intasamento del sistema di emergenza

Ti potrebbero interessare anche:

REGINA ELENA/Ematologia ottiene accreditamento internazionale per trapianto di cellule staminali
ALIMENTI/ No a tagli dei servizi di igiene nel Lazio, gli addetti pronti allo sciopero e a bloccare ...
Al via il nuovo piano diabete per i 96 centri del lazio
Dissesto Idi, chiesti quaranta rinvii a giudizio
I DATI DELLA REGIONE/ Ambulatori nei weekend e giorni festivi: 150mila accessi in 30 mesi
QUI VITERBO/ Caos a Villa Immacolata, 400 dipendenti a rischio



wordpress stat