| categoria: sanità

FARMACIE: CRIBIS, UNA SU TRE PAGA IN RITARDO I FORNITORI E IL TREND PEGGIORA

TRA LE 51MILA AZIENDE DEL SETTORE FARMACEUTICO DELLA DISTRIbuzione (ingrosso e dettaglio) solo una su tre (il 29,9%) paga puntualmente i rispettivi fornitori a fronte di una media italiana del 36,3 per cento. E i più propensi al ritardo sono le farmacie e il commercio al dettaglio, che pagano puntualmente solo nel 29,6% dei casi con performance in peggioramento rispetto al 2010, quando era in regola con i pagamenti il 48% delle farmacie. Un campanello d’allarme sul livello di sofferenza del settore, che complici la crisi degli ultimi anni e la stretta sulla spesa convenzionata, non accenna ad arretrare. Aziende più solerti nel Nord Est, performance in netto miglioramento per i grossisti. È questa la fotografia scattata a settembre 2018 da Cribis – società del Gruppo Crif specializzata nella business information – illustrata in anteprima su Sanità 24, portale del Gruppo 24 Ore. A livello settoriale, il comparto delle Farmacie e del commercio al dettaglio di medicinali registra il 29,6% di pagamenti regolari (in calo del 18,5% rispetto ai livelli del 2010) e il 10,8% di ritardi superiori ai 30 giorni. Dal punto di vista territoriale, l’area del Nord Est registra la percentuale maggiore di aziende regolari nei pagamenti (41%) seguita dal Nord Ovest (34,5%). Più critica la situazione nell’area del Sud e Isole, con una concentrazione di aziende puntuali pari al 20,2 per cento

Ti potrebbero interessare anche:

Nas, controllate nella notte 115 case di riposo per anziani
FARMACI/ L'alleanza di 10 big dell'industria farmaceutica contro 4 malattie
Rischio clinico, approvato testo in commissione alla Camera
GIORNATA MONDIALE/ Salute mentale, in Italia si investe troppo poco
Mancano lenzuola pulite, il Cardarelli a Napoli limita i ricoveri
Coronavirus, "colpisce più bambini del previsto"



wordpress stat