| categoria: Dall'interno

VENEZIA: MULTE PIÙ SALATE E VIA SCONTI SU TASSA SOGGIORNO

Multe applicate ogni singola violazione della Tassa di soggiorno – confermata anche per gli ostelli – stop alle riduzioni d’imposta per gli affitti turistici. Sono alcune delle modifiche al regolamento sull’imposta di soggiorno approvate oggi dalla Giunta comunale di Venezia, che puntano a disincentivare l’evasione e il proliferare di locazioni turistiche in città. Il testo, oltre a confermare l’applicazione dell’imposta negli ostelli, inasprisce le sanzioni: nel momento in cui verrà rilevata un’infrazione, la multa non sarà più cumulativa sull’imposta non riversata, ma su ogni singola evasione. Chi evade cioè dovrà pagare una sanzione per ogni singola infrazione. Sono state inoltre eliminate, per le locazioni turistiche, le riduzioni dell’imposta del 20% e del 30% sia nelle isole di Venezia che nella terraferma. Per l’assessore ai Tributi Michele Zuin, la delibera «va nella direzione di dotare l’Amministrazione di maggiori strumenti nella lotta all’evasione e, nel limite delle proprie competenze, cerca di favorire la residenzialità delle locazioni. Ora abbiamo già convocato, come previsto dalla legge, le associazioni maggiormente rappresentative nel settore ricettivo alberghiero ed extralberghiero per un confronto preliminare al prosieguo dell’iter della deliberazione».

Ti potrebbero interessare anche:

Bologna, al referendum per isoldi alle scuole d'infanzia private vincono i no, ma ha votato soloil ...
MILANO/ Camera di Commercio: '3mila imprenditori cinesi in città, +12% in due anni'
Maltempo, settantamila famiglie senz'acqua o senza luce, ancora pioggia e neve a Sud
Scossa di magnitudo 4.1, la terra torna a tremare nel Reatino
Ferrarese strangolato a Valencia. Fermato un suo ex amico
MILANO/ CORTEO ANARCHICI SENZA SCONTRI, 5 BLOCCATI CON BASTONI



wordpress stat