| categoria: politica

La famiglia allargata di Fratelli d’Italia

 Da Fitto a Storace, la Meloni fa rinascere la destra

È sempre più una famiglia allargata quella di Fratelli d’Italia, che continua a espandersi accogliendo pezzi di centrodestra con l’obiettivo di creare un movimento conservatore e sovranista. Dopo le adesioni della Destra di Francesco Storace (che in realtà è un ritorno ‘a casà) e dell’europarlamentare di Forza Italia Stefano Maullu nelle ultime settimane, l’ultimo arrivato si chiama Raffaele Fitto. Con il suo movimento «Direzione Italia» Giorgia Meloni ha annunciato, orgogliosa, che è nato un patto federativo, come prova che «il centrodestra, come idea, è ancora maggioritario tra gli italiani». E guardando oltre le elezioni europee di maggio, la presidente del partito si lancia nel sogno di un approdo a Palazzo Chigi con una nuova forza conservatrice. «Chi non vuole il M5S al governo, deve votare Fratelli d’Italia», sprona. L’alleanza con l’ex governatore della Puglia e ministro per gli affari regionali sotto Berlusconi quater, è stata ‘partorità in pochi mesi: «Fa seguito a un appello che ho lanciato lo scorso settembre – ricorda Meloni – partendo dall’esperienza di FdI, allargare quell’esperienza e arrivare alla costituzione dopo le elezioni europee, di un grande movimento conservatore e sovranista che metta al centro la difesa degli interessi nazionali italiani». Fitto è stato tra i primi a rispondere sì. Onorato lui, che aggiunge: «Il progetto che portiamo avanti con Giorgia Meloni non guarda solamente al risultato delle elezioni europee, ma ai prossimi anni e sono convinto che lo realizzeremo». A dare il benvenuto a Fitto anche un altro pezzo storico della destra italiana com’è Ignazio La Russa: «Con il patto siglato cresce un nuovo e importante soggetto politico distinto e alleato della Lega – rimarca il vicepresidente del Senato – che sono certo renderà il centrodestra sempre più competitivo». Per Fratelli d’Italia quindi si tratta di un altro tassello per comporre l’identikit del centrodestra che verrà, dopo il governo del cambiamento: «Siamo oggi la realtà che ha più ampi margini di crescita – ribadisce la presidente del partito – Se avremo un risultato importante alle europee, sicuramente il giorno dopo ci sarà più possibilità di tornare a fare un governo di centrodestra».

 

Ti potrebbero interessare anche:

LISTE/ Superlavoro per Bondi, deve esaminare in fretta duemila curricula
Sentenza Unipol: Berlusconi "decise" l'utilizzo della telefonata di Fassino
Casaleggio debutta a Cernobbio e divide la platea
RIFORME/ Tecniche di ostruzionismo e contromosse del governo.Si procede
Ue prepara la lettera sui conti. Padoan, soluzione in Def
La mossa di Berlusconi, a settembre tavolo con Salvini e Meloni



wordpress stat