| categoria: Roma e Lazio

ARPA LAZIO SU ROGO TMB, VALORI INQUINANTI ALTI MA NON ALLARMANTI

– I valori di diossine e Ipa, rilevati dal campionatore ad alto volume istallato dall’Arpa Lazio, a 50 metri dal sito di Tmb Salario, a Roma, dove è scoppiato l’incendio, sono «alti» ma «non allarmanti». Lo dice all’Adnkronos il direttore generale dell’Arpa Lazio Marco Lupo. «È chiaro che queste sono tutte sostanze nocive», aggiunge, ma sono gli enti sanitari a dover valutare gli «effetti sulla salute». «Dalle rilevazioni – spiega – le diossine sono a 0,7 picogrammi per metro cubo. Non c’è un valore di riferimento ma secondo l’organizzazione mondiale della sanità, un valore normale in aree urbane è 0,1. È chiaro che la centralina è a pochi metri dal luogo dell’incendio e quindi questo valore non è ritenuto allarmante. Basta pensare che quando ci fu l’incendio nell’impianto di Pomezia il valore era 77 picogrammi». «Stessa cosa vale per gli Ipa (benzoapirene) che è a 2,86 microgrammi per metro cubo. Il valore di legge è 1 microgrammo come media annua. A Pomezia era 9». «Il valore particolare è quello che riguarda il Pcb, che sono le sostanze che si liberano dalla combustione di oli, e che è a 1.019 picogrammi su metrocubo. In questo caso non esiste limite di riferimento ma a Pomezia erano 390. È un dato che ci dice nei macchinari che sono andati in fiamme c’era olio. Il valore che va monitorato è quest’ultimo».

Ti potrebbero interessare anche:

Cinque Stelle, chiusura della campagna a Piazza del popolo il 24 maggio
Caso Cusani, il 15 novembre il consiglio comunica la sospensione a 18 mesi del presidente della Prov...
Viabilità, stop a buche e rattoppi, il Campidoglio mette in campo un nuovo regolamento
Roma, Tronca: "In arrivo i subcommissari". In squadra la vice di Gabrielli
ASSESSORE,NO A ABBATTIMENTO 21 ETTARI BOSCO
E' un bollettino di guerra, tredici alberi caduti in una mattinata, quattro in mezz'ora a Monteverde



wordpress stat