| categoria: editoriale

Alzi la mano chi ha capito davvero cosa sta succedendo

Alzi la mano chi ha capito davvero cosa sta succedendo a Montecitorio e dintorni, alzi la mano chi ha capito veramente dove ci porta questa manovra. Siamo costretti a solidarizzare con il governo giallo-verde, che in puro stile grillino si pone degli obiettivi metarivoluzionari, alternativi, che cerca di cambiare anche in modo confuso e grossolano le cose. Gli eccessi di Salvini, le accelerazioni e le frenate di Di Maio (ma vi ricordate quando Grillo era immanente?) non rassicurano fino in fondo, questo è vero, la scommessa di Palazzo Chigi nasconde mille incognite. Ma chi può dire onestamente che con Monti, Letta, Renzi ci sentivamo protetti e sicuri? Chi può dire che si fosse realmente consenso ed entusiasmo dietro quei governi? L’ultimo che ci ha fatto sognare, che ha fatto credere che si potesse crescere e svoltare sul serio è stato il Cavaliere. Lo hanno fatto secco in modo spettacolare, con un circo mediatico violento e crudele. Ora quello stesso circo mediatico pressa da vicino i cinque stelle e i grillini, non perdonando niente. I media cercano il sangue e creano con grande sapienza dubbi e incertezze. Hanno gioco facile, certo, ma non è detto che abbiano ragione. L’Italia sta male, si è impoverita. Ma provate a cercare di prenotare last minuts un albergo a quattro/cinque stelle ovunque. Non troverete un posto. E’ tutto pieno. Lo abbiamo fatto per voi mettendo sul tavolo location di diverso spessore e appeal. Non c’è un posto a Venezia, a Cortina, in alcuni resort pugliesi, a Matera, nelle terme esclusive di Saturnia e in quelle pregiate di Viterbo. Ma è piena anche Pescasseroli. Scendendo via via con le pretese scoprireste che anche il ristorante sotto casa ha fatto il pieno. C’è una Italia poverissima e una che può scegliere di fare il capodanno alla grande e di stringere la cinghia da gennaio. Panettoni e pandori? Esauriti nei supermercati, non ne è rimasto nessuno. Lo scorso anno con i panettoni avanzati venduti sotto costo hanno fatto colazione in molti per settimane, quest’anno per non rischiare l’invenduto i produttori hanno messo sul mercato quello che ritenevano il minimo indispensabile. Hanno sbagliato le previsioni. L’Italia è anche questa, confusa, contradditoria, ricca e povera, nemica delle statistiche che attribuiscono mezzo pollo a testa. Non ci si raccapezza con i grandi problemi e con quelli legati alla sopravvivenza. I provvedimenti contenuti nel programma del governo sono stati in parte rinviati, in parte presentati in modo raffazzonato, andiamo avanti così. Chi ha certezze? Solo i media capaci di montare e smontare ogni giocattolo politico in pochi minuti. Senza un reale motivo. A proposito, buon anno.

Ti potrebbero interessare anche:

Bentornato Gerry White, la buona politica non muore mai
Una tragedia spaventosa.Ma che colpa abbiamo noi
L'Italia scoppia, ma "Lor Signori" non sanno come rimediare
Quel sasso sui binari rischia di far deragliare Renzi
CONTROCORRENTE/ Chi ha bloccato i bagagli a terra paghi
Libia, Gentiloni mette l'elmetto, siamo proprio messi male



wordpress stat