banner speciale sanremo 2020
| categoria: Dall'interno

PRESIDENTE DENTISTI, NON DISCRIMINATO PAZIENTE SIEROPOSITIVO

«L’episodio segnalato dalla Gay Help Line, di un giovane che sarebbe stato allontanato da uno studio dentistico di Roma dopo aver reso nota la sua sieropositività, è una vicenda di incomprensione fra medico e paziente. Da quello che ho saputo, il paziente avrebbe detto di non essere più contagioso, il medico avrebbe chiesto la documentazione e l’altro non l’avrebbe data. Di qui sarebbe nata la tensione. A quel punto il collega avrebbe consigliato la persona di andare a farsi curare in una struttura pubblica». Lo ha detto all’ANSA il presidente dell’Associazione nazionale dentisti italiani (Andi), Carlo Ghirlanda. Su questo episodio la ministra della Salute, Giulia Grillo (M5S), ha chiesto ai tecnici del Ministero di fare verifiche. Per Ghirlanda, quanto avvenuto «non vuol dire che quello studio non fosse in grado di curare un paziente con una patologia infettiva. I dentisti italiani curano tutti i giorni persone con Hiv, epatite e altre malattie. Abbiamo tutti gli strumenti per prevenire il rischio di contagio, sappiamo cosa fare». Quanto al fatto di aver allontanato un paziente dallo studio, il presidente dell’Andi dice che il collega poteva farlo: «Uno studio dentistico privato per legge non è aperto al pubblico – spiega Ghirlanda -. Il dentista può scegliere chi curare. Non è un ambulatorio odontoiatrico, che invece è aperto al pubblico e non può rifiutare le cura ad alcuno. Se il medico ritiene di non poter garantire l’assistenza ad un paziente con un certo grado di rischiosità, può non intervenire e dirgli di andare in un’altra struttura»

Ti potrebbero interessare anche:

PAR CONDICIO/ I rom si difendono e contrattaccano, violenti sono lo Stato e i media
Rieti, esalazioni di gas in una casa di riposo: morta una donna e 25 intossicati
Da basilico a cosmesi, in Liguria cresce l'Orto di Nemo
DOTTORESSA VIOLENTATA/ 3 - L'Ordine propone: medici nelle stazioni dei carabinieri
GUARDIA GIURATA UCCIDE LA MOGLIE E POI SI SUICIDA
ILVA: ANAC, CRITICITÀ IN GARA. DI MAIO, ORA VALUTIAMO



wordpress stat