| categoria: Dall'interno

FIRENZE: APPELLO A LINO BANFI, ‘SALVI DAL DEGRADO LA VILLA DI LORENZO IL MAGNIFICO’

Un appello all’attore Lino Banfi, recentemente nominato membro della commissione italiana dell’Unesco, affinchè si prenda a cuore il destino della Villa Medicea di Careggi a Firenze, dove nacque e morì Lorenzo il Magnifico (1448-1492), che versa in uno stato di decennale degrado, è stato lanciato dal consigliere regionale e candidato a sindaco di Firenze Paolo Marcheschi (Fdi). Nel 2013 la Villa è stata proclamata dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità. «Il caso del degrado della Villa medicea di Careggi è emblematico e ben descrive il modo in cui, l’amministrazione di centrosinistra della Regione e del Comune, a firma Rossi e Nardella, non sia stata capace, in queste decine di anni di governo, di capitalizzare l’immenso valore culturale del patrimonio artistico, eredità storica dei Medici a Firenze e non solo», afferma Marcheschi. «Continuiamo a valorizzare quello che già è noto in tutto il mondo, senza potenziare l’offerta culturale ed artistica del territorio – continua Marcheschi – Tutto il mondo vorrebbe avere ville e giardini medicei come quella di Careggi, individuata per il particolare valore rappresentativo e rilevanza culturale, artistica e paesaggistica, per l’elevata autenticità. Per la Villa Medicea negli anni si sono sbandierati grandi progetti, investimenti importanti anche dal punto di vista del recupero e restauro. Dal 2010 si parlava di 10 milioni di euro, di cui 2 nel 2014 spesi per evitare infiltrazione nella copertura che rischiava il crollo». La proprietà della Villa Medicea di Careggi, ricorda Marcheschi, è della Regione Toscana, «ma né Rossi né Nardella hanno mai fatto nulla per rilanciarla e riaprirla al pubblico. Un gioiello, dichiarato nel 2013 patrimonio dell’umanità dall’Unesco insieme alle altre ville medicee, che ad oggi si trova in stato di abbandono e chiuso al pubblico». «Visto che né Regione Toscana, né Comune di Firenze sono riusciti a trovare fondi per provvedere al completo restauro della Villa e alla sua riapertura al pubblico, ho preso carta e penna e ho scritto a Lino Banfi, recentemente nominato membro della commissione italiana dell’Unesco, per invitarlo a venire a Firenze e vedere di persona il degrado in cui versa questo patrimonio aiutandoci a trovare soluzioni concrete per reperire risorse per il suo rilancio e riapertura al pubblico»,ha annunciato Marcheschi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prato: 311 controlli su immobili in uso a imprese cinesi nel 2013
MALTEMPO/ Consiglio nazionale dei geologi: 'Evitabili tante morti per le alluvioni'
CRISI/ Soffrono anche i parchi divertimenti, 2014 negativo
Appalti all'ospedale di Caserta, sequestro da 10 milioni
Gestione beni mafia, corruzione per la presidente della sezione misure prevenzione di Palermo?
RICERCA, ITALIA INVESTE POCO, QUASI LA METÀ DI OCSE E UE



wordpress stat