| categoria: Roma e Lazio

ACCOLTELLATO DOPO LITE FUORI DA LOCALE A ROMA, 2 FERMI


Non è grave. Altro caso dopo Manuel e investimento fuori al Qube
Ferito con quattro coltellate dopo una lite fuori a un locale del centro storico di Roma. Nuovo episodio di movida violenta nella Capitale, il terzo in tre settimane dopo il ferimento sabato scorso del nuotatore ventenne Manuel Bortuzzo, centrato da un colpo di pistola all’Axa, e l’investimento di due buttafuori davanti la nota discoteca Qube di due settimane fa. L’accoltellamento è avvenuto la notte tra venerdì e sabato fuori a una nota discoteca nei pressi di piazza Barberini: con un’indagine lampo la polizia ha rintracciato e fermato i presunti responsabili, due ragazzi romani di 24 e 25 anni. Tutto sarebbe nato per uno sguardo e qualche apprezzamento di troppo a una ragazza. A quanto ricostruito dagli investigatori, c’è stata una prima scazzottata all’esterno della discoteca al termine della quale la vittima, uno studente di Giurisprudenza figlio di professionisti e pugile, è entrato nel locale. Gli altri due, che sarebbero stati respinti all’ingresso dai buttafuori, lo hanno aspettato all’uscita. Ci sarebbe stata così una seconda lite e quando il ragazzo è caduto a terra, è stato colpito 4 volte con il coltello da uno dei fermati, mentre l’altro lo teneva fermo. La vittima è stata soccorsa e portata in ospedale dove gli sono state riscontrate lesioni guaribili in 20 giorni. Gli agenti del commissariato Castro Pretorio e del Reparto Volanti, intervenuti sul posto, hanno trovato delle tracce di sangue in una strada vicina. Attraverso la visione delle immagini di videosorveglianza e i rilievi della polizia scientifica hanno ricostruito l’accaduto. Hanno così scoperto che nel corso dell’aggressione era rimasto ferito anche uno dei responsabili che si è accoltellato da solo alla gamba. Setacciando gli ospedali della città è stato individuato il 24enne che aveva dichiarato ai medici di essere inciampato. Il giovane è stato poi rintracciato a casa dove, nascosti in una sacco della spazzatura, sono stati ritrovati gli indumenti insanguinati. L’altro ragazzo è stato invece rintracciato grazie ad alcuni messaggi Whatsapp che aveva scambiato con l’amico e in cui parlava dell’accaduto. Secondo quanto si è appreso, uno dei due fermati fu arrestato per un episodio analogo anni fa: durante una lite in un bar accoltellò un ragazzo. Per quella vicenda ha scontato una pena di tre anni. E a una settimana esatta dal suo ferimento, Manuel Borduzzo ha voluto ringraziare tutti gli amici e le persone che gli sono stati vicini. «Siete fantastici, siete ciò che mi faceva andare a dormire tranquillo la sera e ciò che mi faceva risvegliare con il sorriso» ha scritto in un messaggio pubblicato sul proprio profilo Instagram. «Presto ci ribecchiamo in giro. Manuel» ha aggiunto in un passaggio del messaggio.

Ti potrebbero interessare anche:

La colomba non vola, l'uovo scoppia. Tiene solo la pizza. Sarà una Pasqua low cost
"Unlock your love", sbarca nella capitale la lotta ai lucchetti
Roma Nord ( XV municipio) in rivolta contro l'arrivo di un centinaio di rifugiati
Gabrielli attacca Marino: non é riuscito a fare squadra, ora serve dream team
A Roma 320 mila alberi ma manca la cura
DIETRO I FATTI/ La via crucis del Caravillani



wordpress stat