| categoria: politica

AUTONOMIA:ZAIA, NEI MINISTERI C’È CHI REMA CONTRO

«Il traguardo è in vista. Si è fatto un grande lavoro di cesello e di intelligenza sia da parte della delegazione governativa, guidata dal ministro Erika Stefani, sia da parte degli esperti e dei dirigenti della delegazione regionale. Un lavoro che è stato facilitato dall’aver, il Veneto, predisposto una possibile bozza d’intesa già prima del referendum». Lo dice al Quotidiano Nazionale, il governatore della Regione Veneto, Luca Zaia, a proposito dell’entrata in vigore delle autonomie. «Ho visto il testo provvisorio proprio 24 ore fa – fa sapere -. C’è ancora qualche cosa da sistemare, ma sono ottimista. D’altronde, c’è sempre qualcuno che rema contro, qualche brontosauro che non vuole cambiare pelle. Ma noi il brontosauro lo uccideremo. Intendendo per brontosauro qualche rappresentante della classe dirigente, soprattutto del Sud, le tecnostrutture ministeriali, a volte assecondate da qualche ministro, che vorrebbero che le cose restassero invariate, in modo tale da tener legati i cittadini quasi a una forma di mezzadria». «La trattativa con lo Stato – spiega sul cuore del pacchetto -prevede maggiori condizioni di autonomia per tutte le 23 materie indicate dalla Costituzione. La priorità è questa: 23 materie». «Per i cittadini – aggiunge -, l’attuazione più concreta sarà rappresentata dalle norme finanziarie: cambieranno integralmente stato e filosofia dei rapporti economici e fiscali».

Ti potrebbero interessare anche:

Il Cavaliere ascolta il Colle ma è diffidente sulla amnistia: sono innocente
IN CONTROLUCE/ Matteo, un alieno al Senato: ora vi divertirete di più
Legge di Stabilità: ok finale Aula Camera, manovra è legge
Presepe, l'attacco di Avvenire contro Fi e Salvini: Non va ridotto a bandiera identitaria
Berlusconi torna a casa e Francesca Pascale lascia Arcore. Valentini al fianco del Cavaliere
Il ministro Grillo, i bambini devono continuare a vaccinarsi



wordpress stat