| categoria: Roma e Lazio

Portuense, il mercato resta chiuso

In attesa della proroga frutta e verdura finiscono nei cassonetti. Gli operatori attendono che la ASL risponda alla richiesta di riapertura avanzata dal Municipio XI. Nel frattempo Portuense resta senza mercato, tra le proteste degli operatori
La fumata bianca non è arrivata. Colpa di una determina dirigenziale giunta in ritardo alla ASLRm3. E’ infatti da quest’ultima che dipende la decisione di concedere l’ennesima proroga agli operatori del mercato di via Portuense. Dovrebbero trasferirsi nel nuovo plateatico di Vigna Pia che però resta chiuso per eseguire gli ultimi lavori.
In attesa della proroga attesa dalla ASL, i 25 box davanti all’ospedale San Camillo Forlanini sono rimasti con le saracinesche abbassate. Ma non senza protestare. Anzi, nella mattinata di sabato 9 febbraio la contestazione è diventata plateale. “Dove le amministrazioni latitano, i commercianti muoiono” si legge in uno dei tanti striscioni affissi sulle serrande calate.
“Cinquanta persone in mezzo a una strada per scelte politiche. Questo è accaduto con la chiusura del mercato Portuense. Quest’amministrazione – ha dichiarato l’ex grillino Gianluca Martone (demA) – sta distruggendo il commercio”. Per Daniele Catalano, capogruppo della Lega in Municipio XI, “la decisone di chiudere il mercato prima che la nuova sede sia disponibile è folle”. Dura anche la presa di posizione del PD che segnala come gli opeartori siano “senza lavoro da giorni, con il mercato chiuso a Portuense nonMercato chiuso a Portuense – spiega Claudio Barocci – nonostante le rassicurazioni e le promesse del Presidente del Municipio”.

I box di via Portuense sono ormai chiusi da una settimana. Eppure ci sono operatori che, in attesa di una proroga, continuano a comprare merce che poi, puntalmente, finisce nei cassonetti. “Abbiamo partecipato ad una riunione con il presidente Torelli, l’assessore Giujusa, gli uffici e la polizia locale. A quell’incontro, terminato nel tardo pomeriggio di giovedì, ci è stato detto che avrebbero inviato una determina dirigenziale alla ASL per chiedere una proroga”spiega Sirio Bianchi, presidente dell’AGS del mercato di Vigna Pia dove, gli operatori di via Portuense, dovrebbero trasferirsi. Nella speranza che quest’autorizzazione “come ci era stato detto” potesse arrivare entro venerdì, alcuni operatori hanno comprato i prodotti. “La comunicazione è arrivata alla ASL troppo tardi, quindi temo che prima del prossimo martedì 12 le saracinesche non riapriranno”.

L’atteso trasferimento continua ad essere particolarmente travagliato. Per venire incontro alle esigenze degli operatori, dopo la chiusura di lunedì 4 febbraio, si erano mossi contemporaneamente il presidente Torelli e le opposizioni municipali. L’intento di entrambe era di trovare una soluzione per ottenere l’ennesima sospensiva del provvedimento con cui, la AslRm3, ha chiesto la chiusura del mercato di Portuense.
“Ieri (venerdì 8 febbraio ndr) la Polizia Locale ha formalizzato l’invio delle relate di notifica alla Asl Rm3 e la Direzione Tecnica municipale ha potuto inviare la consequenziale richiesta di proroga, come previsto dalle procedure amministrative. La proroga – ha spiegato su facebook l’assessore ai Lavori pubblici Giacomo Giujusa – verrà concessa ad insindacabile giudizio della Asl Rm3”.
La speranza degli operatori è che lunedì 11 febbraio arrivi. “Così ci sarà tempo per fare l’allaccio elettrico e la sistemazione dei 4 box che erano stati danneggiati dall’infiltrazione – fatto ciò ci andremo ad installare, come previsto dalla proroga, a partire dal 4 marzo”. Salvo colpi di scena che, in questa vicenda, non sono mai mancati.

Ti potrebbero interessare anche:

Ville e giardini storici, pronta la legge regionale
VITERBO/Festa di Santa Rosa all’Enoteca dello ‘sbafo’?
L'untore dell'Aids ha contagiato anche una ragazzina di 14 anni
Emergenza rifiuti, Zingaretti suona la carica: «Rischio rivolta nei comuni dell'hinterland»
Per i senza fissa dimora arrivano le Stazioni di Posta, una ogni municipio
Nuovo nubifragio su Roma, allagamenti sulla Colombo e a Ponte Milvio



wordpress stat