| categoria: Roma e Lazio

FILO DI NOTA/ Un esperto di economia comportamentale ci convincerà a fare la raccolta differenziata

New entry nello staff della Raggi, un 26enne pagato 55mila euro all’anno

Non se è nemmeno parlato troppo, c’è Sanremo, ci sono i conti in affanno, mille polemiche. Meglio così. Sapere che un giovane italiano di 26 anni con pedigree interessante rientra dagli Stati Uniti per aiutare la Raggi a mettere in fila i problemi legati all’ambiente e ai rifiuti della Capitale avrebbe potuto far sollevare più di qualche sopracciglio. Esperto di economia comportamentale, Federico Raimondi Slepoi, classe ’92, è il nuovo ingaggio nel team del Campidoglio. Nello staff della sindaca si occuperà di aiutare l ‘amministrazione nella sensibilizzazione della cittadinanza sul fronte ambiente e rifiuti. Già consulente del ministero dell’Ambiente durante il governo Gentiloni, riceverà un compenso di 55mila euro lordi l’anno, come riportato nella delibera di giunta del 29 gennaio che pochi hanno avuto – evidentemente – occasione di leggere. Avrà il compito, è scritto nel testo, di dare “il necessario supporto all’attività istituzionale di sensibilizzazione della cittadinanza a effettuare scelte positive e consapevoli soprattutto in materia di ri risparmio dell’energia e riciclo dei rifiuti tramite metodologie che offrano modelli di comportamento più aderenti alla realtà e alternativi a quelli indotti dalle teorie economiche standard”. Dire che è stato ingaggiato per convincere i romani a fare più differenziata può apparire riduttivo.

Il suo motto è: «If you can make it in Rome, you can make it anywhere» («Se ce la fai a Roma, puoi farcela ovunque», ndr A New York Federico Raimondi Slepoi, ha studiato economia e matematica, dopo il diploma internazionale a Oxford. Seguace della «nudge theory», la teoria dei sostegni positivi in grado di influenzare le decisioni di singoli o gruppi, confida di poter applicare ai mali della Capitale una ricetta sperimentata con successo in altri Paesi: l’architettura delle scelte, pilastro dell’economia comportamentale, ovvero quali leve azionare per orientare in modo responsabile le dinamiche collettive. Incredibile, vero? Pare che lo staff della Raggi lo abbia scoperto per caso. E non se lo sia lasciato scappare. Una perla di saggezza rivelata al Corsera? Grazie alla riduzione di tre centimetri di diametro nei piatti nelle mense americane, gli sprechi alimentari si sono ridotti tra il 25 e il 75%. Parliamoci chiaro, il giovane probabilmente è un genio e dobbiamo augurarci che funzioni. Chissà come lo vivranno i Comunales

Mar.Ta

Ti potrebbero interessare anche:

Storace: tra lunedì e martedì si deciderà il candidato
Presidenti di municipio candidati? Si dimettano
Alla ricerca di un nuovo comandante. Scelto in base ai curricula
Roma, Fori Imperiali dal 3 agosto senso unico e bus deviati
Lazio secondo polo tecnologico d’Italia
Ostia, per il ballottaggio scende in campo procura antimafia



wordpress stat