| categoria: In breve

Fiaccolata contro la mafia a Viterbo

fiaccolata contro la mafia (7)
Di WANDA CHERUBINI

VITERBO- No alla mafia. Il messaggio è stato lanciato chiaro e forte questa sera con una fiaccolata per le vie del centro cittadino a cui hanno preso parte autorità politiche, sindacali e semplici cittadini, Oltre al sindaco di Viterbo, Giovanni Arena, numerosi assessori e consiglieri comunali, il presidente della Provincia, Pietro Nocchi, l’assessore regionale Alessandra Troncarelli, rappresentanze sindacali di Cgil, Cil e Uil, associazioni di categoria e scout, tutti insieme per dire no alla mafia. L’evento si è voluto organizzare dopo i recenti fatti di cronaca che hanno visto, purtroppo, Viterbo salire alla ribalta per l’operazione “Erostato”, che ha portato all’arresto di 13 persone con l’accusa di associazione per delinquere di stampo mafioso, un fatto che ha destato clamore, visto che è la prima volta per Viterbo. Si è tenuto al riguardo anche un consiglio comunale nel pomeriggio, in cui il sindaco ha annunciato che si dichiarerà parte civile mentre il consigliere dell’opposizione Alfonso Antoniozzi, anche in nome del gruppo misto Viterbo 2020, ha chiesto le dimissioni dell’assessore comunale all’Urbanistica Claudio Ubertini, considerato dagli inquirenti “poco collaborativo”. Il corteo è partito alle ore 18,30 da piazza della Rocca per scendere verso via Matteotti, piazza Verdi, Corso Italia, via Roma e concludersi in piazza del Plebiscito. Nessuna dichiarazione, soltanto il silenzio e le fiaccole accese in mano ai manifestanti per esternare il secco rifiuto della città a qualsiasi tipo di delinquenza mafiosa.

Ti potrebbero interessare anche:

FIRENZE/ Ponte Vecchio chiuso per una cena di gala, protestano i commercianti
RIFIUTI/ Il sindaco di Colleferro: non saremo mai la pattumiera di Roma
INDIA/ Bambina di cinque anni stuprata e violentata, tre arresti
Colombia: sequestrate 8 tonnellate coca
Napoli, quindicenne degli “scissionisti” uccide due affiliati del clan «per dare l'esempio»
Londra, paura per il principe Filippo: ricoverato in ospedale



wordpress stat