| categoria: salute, Senza categoria

SANITÀ, 4 MALATI DI ALZHEIMER SU 10 CURATI CON FARMACI IMPROPRI

I malati di demenza «sono curati in modo frammentato, in assenza di una pianificazione condivisa con operatori e familiari. Il che si traduce in ripetute ospedalizzazioni, utilizzo di farmaci inappropriati, indagini diagnostiche e trattamenti invasivi. Condizioni che non prolungano la sopravvivenza, mentre contribuiscono ad aumentare stress e sofferenza». Lo spiega la geriatra Claudia Cantini, in forze all’ospedale di Pistoia, che aggiunge come anche secondo vari lavori scientifici internazionali almeno 4 pazienti su 10 sono sedati di continuo o trattati con farmaci di dubbia utilità, se non dannosi. Cantini affida le sue esperienze a una relazione che presenterà al Congresso nazionale sui Centri diurni Alzheimer, decimo della serie, organizzato a Montecatini Terme (1-2 marzo) dall’Unità di Medicina dell’invecchiamento dell’università di Firenze. L’aspetto paradossale della demenza è che produce quasi sempre due malati gravi: la persona colpita e il suo caregiver, quasi sempre un familiare. Il primo che con la memoria perde via via la coscienza di sé e la possibilità di comunicare verbalmente, l’altro che non riconosce più il congiunto e non sa intenderne i bisogni, soprattutto quando si avvicina la fase terminale con gli strazi e le sofferenze che non di rado comporta. «Sofferenze spesso oltre il sopportabile, ma che non essendo comprese non vengono lenite», spiega Cantini. In Italia si stima inoltre che negli ultimi 3 mesi di vita, quando in genere i malati gravi non comunicano più, 3 su 10 sono ricoverati almeno una volta e uno su 4 muore in ospedale invece che a casa. La verità, sostengono studiosi e operatori, è che prima del malato si dovrebbe ‘curarè il caregiver. Curare nel senso di istruirlo su che cos’è la demenza o l’Alzheimer, sulle conseguenze della malattia, sui problemi che mano a mano si presentano e su come affrontarli per garantire al paziente una fine dignitosa.

Ti potrebbero interessare anche:

Diabete, addio punture: arriva il "tatuaggio" temporaneo che misura la glicemia
Incontro Lombardi-Gabrielli, sul tavolo anche i tempi stretti del Giubileo
BRINDISI/ Tir assassino andava troppo veloce: arrestato conducente
L'allarme degli psichiatri: "la paranoia è un virus pericoloso"
Andrea Severini alla convention degli avversari della ex moglie Raggi
Livorno: sei morti e due dispersi. Distrutta famiglia. Procura avvia indagini



wordpress stat