| categoria: politica

DECRETONE: SI STUDIA INTERVENTO PER DISABILI, NODO RISORSE

– L’intervento per rafforzare il sostegno ai disabili arriverà con il passaggio del decretone alla Camera. Maggioranza e governo stanno infatti lavorando sulle risorse, visto che la proposta avanzata come emendamento al Senato, che amplia la platea ritoccando anche la scala di equivalenza, è molto costosa, circa 400 milioni all’inizio (373 milioni il primo anno, 460 milioni il secondo) e circa 600 a regime. Anche il solo intervento per aumentare di 0,1 la scala di equivalenza in presenza di componenti disabili del nucleo familiare costerebbe circa 80 milioni a punto. Per questo si starebbe ragionando ad esempio sulla possibilità di porre un limite al ‘punteggiò in caso di componenti disabili. Nel corso dell’incontro a Palazzo Chigi la questione sarebbe rimasta aperta mentre sarebbe stata raggiunta una intesa sui paletti da aggiungere al reddito: la Lega dovrebbe ritirare gli emendamenti più ‘spinosì, dal tetto ai rinnovi al divieto di cumulo dell’incentivo all’assunzione con il bonus Sud fino ai due anni di contributi negli ultimi dieci per l’accesso.

Ti potrebbero interessare anche:

Premier in aula con il Pc, scambio di "pizzini" con i grillini
Renzi all'attacco, riforme radicali. Giudicatemi nel 2017
Renzi: 'C'è sfiducia ma l'Italia ce la farà'
FOCUS/ M5S attacca Cl in casa: "Lobby di denaro e di potere"
Elezioni 2018, Di Maio: Tridico, Fioramonti, Pesce, Conti ministri M5S
Unioni Civili: in 2 anni oltre 8000 famiglie arcobaleno



wordpress stat