| categoria: politica

RDC: INTESA GOVERNO, ESCLUSO CHI CAMBIA RESIDENZA DOPO 1 SETTEMBRE 2018

– Verrà escluso dalle misure sul reddito di cittadinanza chi ha cambiato residenza dopo il primo settembre 2018. È quanto prevede l’intesa nel governo raggiunta al termine del vertice tenutosi a palazzo Chigi sul cosiddetto decretone. Per assicurare il rispetto delle norme, viene spiegato, ci saranno scrupolosi controlli dei vigili urbani. L’intesa raggiunta prevede inoltre che con l’accordo del Comune di appartenenza e del beneficiario del reddito si possa passare da 8 a 16 ore di servizi sociali. Al termine della riunione a palazzo Chigi -alla quale erano presenti il presidente Giuseppe Conte, il vicepremier Luigi Di Maio, il sottosegretario Giancarlo Giorgetti, il ministro Riccardo Fraccaro, e i sottosegretari Laura Castelli, Claudio Durigon e Massimo Garavaglia

Ti potrebbero interessare anche:

Vendola, Il Pd non può restare alleato di Berlusconi
FORZA ITALIA/ Berlusconi congela l'organigramma
Salvini contestato a Pesaro: militanti dei centri sociali lanciano pomodori e uova
MIGRANTI/ Ancora polemica Cei-Governo. Caritas al contrattacco
MONTECITORIO/ Un falco e una rete per scacciare i piccioni dal cortile
CONCORRENZA/ Sciolti i nodi Rc auto, da martedì sprint al Senato



wordpress stat