| categoria: Dall'interno

SINDACO ORLANDO NOMINA PALESTINESE ASSESSORE A CULTURA

Nella giunta comunale di Palermo entrano ufficialmente i partiti – Pd, Sinistra Comune e Sicilia Futura – che avevano sostenuto la candidatura di Leoluca Orlando a sindaco, nel 2017. Cambiano sei assessori su otto. La sorpresa è la nomina di un medico palestinese, Adham Darawsha, 39 anni, come assessore alle Culture. Il neo assessore è nato a Nazareth, dove vivono i genitori, e abita a Palermo da 20 anni. È cittadino italiano dal 2017, laureato in medicina generale. Darawsha era stato dal 2013 al 2018 presidente della Consulta delle culture, un parlamentino che rappresenta tutti gli immigrati che sono residenti a Palermo. Orlando ha sempre avuto una politica di accoglienza nei confronti dei migranti e aperta alle diverse culture dichiarando sempre che «il porto di Palermo è aperto» ribattendo al ministro Matteo Salvini che ha chiuso i porti. Il sindaco ha anche chiesto agli uffici dell’anagrafe di registrare gli immigrati che decidono di risiedere a Palermo andando contro la legge nata dal decreto sicurezza del ministro dell’Interno. «Darawsha alla Cultura – ha detto Orlando, presentando il nuovo esecutivo cittadino a Palazzo delle Aquile – conferma che Palermo è la città delle culture. Adham ha una grande esperienza internazionale, parla arabo, ebraico, inglese, tedesco e benissimo il siciliano ed è la persona giusta per affrontare questa sfida». «La composizione di questa nuova Giunta comunale è frutto di scelte mie di cui mi assumo tutte le responsabilità. Scelte che sono ovviamente il frutto del confronto e del dialogo con le forze politiche e con i gruppi consiliari della maggioranza, ma che restano mie», ha aggiunto il sindaco «Sono arrivato a Palermo, dopo aver girato un pò l’Italia – ha detto il nuovo assessore – e sono arrivato qua. Amo questa città. Ieri sono tornato dopo un pò di tempo passato fuori e le prime cose che ho cercato sono stati un’arancina e il cannolo. Più palermitano di così…. Il mio impegno – ha aggiunto – sarà in continuità con l’esperienza di ‘Palermo Capitale della Culturà e ‘Manifestà, un’esperienza che è un valore aggiunto. Cultura intesa come come diversità tra le comunità e Palermo è una città ricca di culture, di religioni, di monumenti, di gastronomia e ci auguriamo di rendere più fruibile questo patrimonio». Igor Gelarda ed Elio Ficarra, consiglieri comunali della Lega. dicono che «sulla scelta di Adham Darawsha come assessore alle Culture siamo disponibili a collaborare per far sì che i valori culturali e tradizionali di Palermo e dei palermitani vengano, anche attraverso il suo contributo, esaltati e valorizzati».

Ti potrebbero interessare anche:

UE/ Ultima chiamata per una corte contro i crimini ambientali
CONCORDIA/La Sapienza, "processo" al prof che invitò Schettino a lezione
Carceri: quelle italiane tra le più affollate ma la situazione sta migliorando
Italia un Paese di vecchi, non ci sposa e non si fanno figli
Sistema per ridurre del 75% le dispersioni idriche
IL PASTO DA CASA PER 9,7 MILIONI ITALIANI, SVOLTA SALUTISTA



wordpress stat