| categoria: sanità Lazio

VITERBO/ Inaugurato l’ambulatorio di radiologia interventistica a Belcolle


Wanda .cherubini

Da giovedì 7 marzo, con cadenza settimanale, all’ospedale di Belcolle sarà attivo il nuovo l’ambulatorio di radiologia interventistica che permetterà di valutare i pazienti da sottoporre alle innovative procedure mini invasive radiologiche per il trattamento delle patologie vascolari, neurologiche, epatobiliari, oncologiche e urologiche.

L’ambulatorio, aperto tutti i giovedì, dalle 15 alle 18, si trova nella sala Eco2 del reparto di Radiologia, al quarto piano della struttura sanitaria viterbese. Gli appuntamenti possono essere prenotati al Cup (visita radiologica, codice 89.7) o telefonicamente, contattando il numero 0761338205. In base al tipo di patologia, la procedura prevede che il paziente venga adeguatamente informato sul percorso terapeutico realizzabile ed eventualmente preparato con un’apposita terapia farmacologica. Questa specifica presa in carico consente di programmare un intervento personalizzato e pianificato, con una conseguente riduzione dei tempi di degenza preoperatoria.

“La visita di radiologia interventistica – spiega il direttore dell’unità operativa Radiologia vascolare e interventistica, Mariano Ortenzi – consiste in un colloquio con il medico specialista, che esegue una analisi clinica, esamina la documentazione a disposizione ed effettua eventuali accertamenti ecografici, al fine di valutare l’idoneità a un intervento di radiologia interventistica”.

In caso di idoneità, il radiologo spiega le innovative tecniche utilizzate per il trattamento della patologia di interesse. In caso di non idoneità al trattamento o di un caso complesso, lo specialista propone un percorso terapeutico alternativo o la discussione del caso in gruppo multidisciplinare con colleghi di altre specialità.

“La prima visita di radiologia interventistica – conclude Ortenzi – precede la procedura mediamente di circa trenta giorni. La visita non prevede nessuna preparazione specifica. È necessario, però, ricordarsi di portare con sé gli eventuali referti delle analisi cui ci si è sottoposti più di recente. In particolare i dischetti di eventuali esami radiologici”.

Ti potrebbero interessare anche:

Villa Tiberia, lunedì fiaccolata per stipendi. Che non arrivano
Zingaretti firma l'accreditamento definitivo per il S.Lucia. Che replica, incontriamoci e chiariamo ...
S. GIOVANNI ADDOLORATA/ CON PEDIUS LE PERSONE SORDE COMUNICANO CON L’OSPEDALE
Fondazione Santa Lucia confermata IRCCS dal Ministero della Salute
Renato Botti sarà il nuovo direttore generale della Sanità del Lazio.
Il Carosello del San Raffaele Viterbo chiude Roma Cavalli a piazza di Siena



wordpress stat