| categoria: sanità

GRILLO, ‘ENTRO PROSSIMA SETTIMANA SOLUZIONE PER ASSUNZIONÌ

«Sto avendo una fitta interlocuzione con la Ragioneria per trovare una soluzione al blocco delle assunzioni nella sanità in tutto il Paese, e non solo per le Regioni in equilibrio di bilancio, ma anche per quelle in piano di rientro, che rappresentano più di 30 milioni di cittadini italiani: entro la prossima settimana, questo è l’impegno, riusciremo a trovare una soluzione». Lo ha detto il ministro della Salute, Giulia Grillo, a margine della sua visita odierna all’ospedale San Carlo di Potenza. Il ministro ha inoltre fatto sapere che «tra martedì e mercoledì» convocherà «le Regioni insieme al Mef per scrivere questa nuova norma, che finalmente supererà il blocco delle assunzioni. Stavolta non demorderò finché non lo vedo scritto», ha concluso.
«Continua il mio tour per le strutture sanitarie italiane. Oggi ho visitato l’ospedale San Carlo di Potenza, che ha un pronto soccorso sicuramente ben strutturato e ben gestito, con un buon organico e una carenza minima di personale. Ma c’è anche qui una prevalenza di codici verdi: al ministero stiamo lavorando sul sovraffollamento dei pronto soccorso e a breve produrremo un documento sul modello di quello sulle liste di attesa». A dirlo il ministro della Salute, Giulia Grillo, in una diretta Facebook al termine della sua visita oggi in Basilicata. «A proposito di liste di attesa – ha aggiunto Grillo – sono contenta perché qui è stato già recepito il piano nazionale. Farò sì che venga controllato quello che attueranno le Regioni, che con noi hanno approvato il documento. Sto raccogliendo le segnalazioni e mi recherò in prima persona anche nei Cup per capire la situazione. Ho visitato anche l’ospedale di Valdagri, che ha invece una importante carenza di organico e un problema legata alla ristrutturazione, con una nuova area ancora non utilizzata. Questa Regione ha una storia recente non bella, con uno scandalo molto grosso legato anche alla sanità, e ci si sono stati rinvii a giudizio anche di personale sanitario. È vero che gli scandali vanno da Nord a Sud – conclude Grillo – ma è importante ridare a questa Regione come ad altre una sanità che sia la più pulita possibile, con manager che siano fuori dalla politica e non amici di Tizio e Caio. Questa è una Regione che ha avuto un forte scandalo, ed è importante che i nuovi vertici ridiano lustro a un servizio sanitario regionale»

Ti potrebbero interessare anche:

Vietato nascere, arriva il primo sciopero delle sale parto. Rinviati oltre mille cesarei
Patto della salute verso la stretta, si chiude in settimana
Allarme infermieri, per coprire i turni con le nuove norme ne servono 18mila
I farmacisti di Milano: il servizio cup non decolla perchè gli ospedali non danno le agende
Come funziona il sistema dei trapianti di organi in Italia
Mobilità sanitaria 2018: un “business” pubblico da 4,6 miliardi



wordpress stat