| categoria: politica

EUROPEE: SALVINI ‘PER COERENZA NON ANDRÒ DA FAZIÒ

«Per coerenza e rispetto agli italiani io da Fazio non ci andrò a meno che non si dimezzi lo stipendio», ha detto Matteo Salvini oggi a margine della convention della Lega nel Lazio a proposito degli imminenti programmi tv sulle elezioni europee. Una presa di posizione non nuova: «Da Fazio non ci vado. La coerenza prima di tutto, la preferisco a qualche ospitata» aveva detto, per esempio, il ministro dell’Interno nell’ottobre 2018. Gli attacchi al conduttore di Che tempo che fa – sul tipo di ospiti piuttosto che sullo stipendio milionario («se lo faccia pagare da Macron» ha rincalzato oggi da Torino Giorgia Meloni) o sulla società di produzione L’Officina che realizza la trasmissione su Rai1 – sono stati parecchi. «Ho fatto due conti, a spanne senza invidia o gelosia: Fabio Fazio probabilmente guadagna in un mese quello che il ministro guadagna in un anno. Ma non farei mai cambio per nulla al mondo. Faccio il mestiere più bello al mondo, sono felice del sostegno che ottengo. Non mi interessano i quattrini, né gli show in tv, ma pretendo rispetto», aveva detto il vicepremier su Fb a gennaio. Da Fazio mai nessuna risposta diretta ma volendo indiretta, considerando così come tale il proseguimento di una linea editoriale che ha portato sul programma della domenica su Rai1 ospiti come Mimmo Lucano, il premier francese Emmanuel Macron, l’adolescente-eroe Rami, il presidente della commissione europea Juncker e in ultimo nella puntata di stasera Ilaria Cucchi con i genitori

Ti potrebbero interessare anche:

Il Pd sulle montagne russe: stoppa Monti e rilancia l'ipotesi Finocchiaro al Senato
Il premier sfida il Pd, Jobs act di sinistra, riforma da gennaio
Rai, rinvio sul canone ma primi passi sulla governance
Renzi, al Senato ho i numeri, non ho paura della minoranza Pd
Giustizia: dal primo settembre arrivano 359 nuovi dipendenti
Vaccini: governo studia ricorso contro la moratoria del Veneto



wordpress stat