| categoria: sport

FRA SASSUOLO E PARMA UN PARI CHE FA TUTTI CONTENTI

Un pari a reti bianche che accontenta tutti. Sassuolo e Parma si dividono la posta in un freddo e piovoso derby emiliano e tornano a casa con la salvezza pressoché in saccoccia. Squadre a specchio con il 4-3-3, marchio di fabbrica di entrambi i tecnici. D’Aversa sceglie Kucka nel tridente e lascia Gervinho in panchina, De Zerbi lancia ancora una volta Matri al centro dell’attacco. Pronti via e il Sassuolo sembra trovare il vantaggio con Matri, abile a mettere la zampa sul tiro a botta sicura di Ferrari dopo un’uscita da censura di Sepe. Il Mapei esulta ma l’arbitro Piccinini di Forlì viene richiamato dal Var Chiffi, l’attaccante neroverde è in fuorigioco e il gol viene annullato. Ma gli uomini di De Zerbi sono in palla e al 12′ Boga impegna ancora una volta Sepe con un tiro pericoloso ma centrale. Il francese è l’uomo in più e da lui passano tutte le migliori azioni, come al 29′ quando riceve palla da Locatelli sulla sinistra, si accentra e lascia partire un perfetto tiro a giro sul secondo palo: il pallone si stampa sul palo con Sepe che nulla avrebbe potuto. Al 39′ tutti gli sforzi neroverdi rischiano di ricevere una condanna fin troppo pesante. Contropiede ducale ben orchestrato da Siligardi, palla larga verso Kucka che imbecca Rigoni al centro dell’area, Demiral interviene dritto sull’uomo ma per l’arbitro è tutto regolare fino a quando non interviene il Var: rigore per il Parma. Sul dischetto Ceravolo, Consigli abbassa la saracinesca e dice no. Il portiere salva i neroverdi dalla beffa. Il primo tempo termina a reti bianche ma con un discreto spettacolo. La ripresa si apre con un Gervinho (al posto di Siligardi) in più ma con lo stesso motivo. Il Sassuolo fa la partita (alla fine il possesso palla dei neroverdi sarà del 75%) e al 56′ sfiora il vantaggio con Berardi che si avventa su un’altra brutta uscita di Sepe ma il suo rigore in movimento è stoppato da Gagliolo, immolatosi in scivolata. Gervinho semina il panico in contropiede ma al 78′ è ancora il Sassuolo ad andare vicino all’1-0 con un tiro da fuori di Sensi, entrato al posto di uno spento Bourabia, la palla termina a lato di poco. Neroverdi e gialloblù paiono voler abbassare i ritmi e non rischiare di perdere punti pesantissimi in chiave salvezza. D’Aversa termina addirittura con il solo Gervinho là davanti, De Zerbi le prova tutte ma i suoi, pur meritevoli del vantaggio, proprio non sfondano. L’ultimo brivido lo regala Di Marco allo scadere con un tiro da fuori area. Il difensore ducale prova a ripetere la prodezza di San Siro con l’Inter ma la palla termina di poco alta e la partita termina 0-0.

Ti potrebbero interessare anche:

Mondiali; donne d'Italia, il fioretto e' d'oro
Roma, partenza sprint: 2-0 alla Fiorentina
Sci nordico, bronzo a Falun. L'Italia torna sul podio ai mondiali
La Juve si prende anche la Coppa Italia, 2-1 alla Lazio
Festa Roma all'Olimpico: Pjanic e Dzeko affondano la Juve
VAR DEBUTTO STORICO, RIGORE CONTRO LA JUVE



wordpress stat