| categoria: sanità Lazio

Anguillara Sabazia, emergenza arsenico nell’acqua?Asl Rm 4: “Lettera del sindaco diffamatoria e offensiva

– Diffamatoria ed offensiva: così dalla Asl Rm 4 è stata definita la lettera del sindaco di Anguillara Sabazia in cui si chiede che i prelievi dei campioni di acqua vengano effettuati alla presenza del personale del Comune sabatino, “A sottintendere – fanno sapere dalla Asl Rm 4 – inaccettabili mistificazioni da parte di questa Azienda”.

Lo scorso 18 Aprile la sindaca Anselmo ha emanato un’ordinanza di non potabilità riguardo l’acqua erogata dal pozzo “Biadaro”, ultimo pozzo della città sabatina che era rimasto immune da ordinanze di non potabilità, a seguito della comunicazione della Asl che informava la prima cittadina che l’Arpa Lazio, a seguito di rilievi effettuati lo scorso 4 aprile, aveva registrato il valore di arsenico pari a 51 Ug/l.“Appare inconsueto affidare ai social delle note ufficiali lesive dell’immagine di un’Azienda che ha sempre avuto il massimo rispetto dei ruoli di tutti gli Enti presenti nel territorio.- Dichiarano dall’Azienda sanitaria – La Asl – proseguono – agisce con l’esclusivo fine di tutelare la salute pubblica e a fronte dei risultati ufficiali dell’Arpa Lazio, non può in alcun modo mettere a rischio la salute dei cittadini. Allo stato, in ottemperanza alla vigente normativa in materia, ed al ruolo istituzionale ricoperto, non verrà richiesta la revoca dell’ordinanza, fino all’acquisizione di dati ufficiali conformi forniti dall’Arpa Lazio”.

Ti potrebbero interessare anche:

Policlinico Umberto I, sciopero generale contro Alessio?
FederLazio, a rischio duemila posti
TICKET/ Dal 1 aprile i disoccupati potranno presentare domanda per esenzione
LA DENUNCIA/ Pertini, stop alle aggressioni al personale infermieristico
ARES 118/ Servizio sempre più esternalizzato, fino al 40% delle prestazioni
LATINA/ Liste d'attesa, piano della Asl: tempi ridotti o niente attività libero professionale



wordpress stat