| categoria: politica

La Taverna attacca la Lega: “Il problema non è Roma, ma Siri”

La senatrice pentastellata, in una nota, si rivolge (pur senza citarlo) al vice premier Matteo Salvini e afferma: “Ho come l’impressione che in queste ore si stia disperatamente cercando di spostare l’attenzione da un fatto gravissimo – un sottosegretario indagato – a un fatto che non esiste: il presunto regalo che si farebbe a Roma quando il provvedimento che andrà oggi in Cdm aiuterà solo i romani e gli italiani tutti”. Poi la Taverna continua: “Il problema purtroppo è solo uno e resta quel che è: nel Governo non può esserci nessuno associato al malaffare, nel senso peggiore del termine. Il problema non è Roma, il problema è un sottosegretario indagato”.

Paola Taverna, vice presidente del Senato, conferma quindi di essere una delle rappresentanti più importanti della fronda grillina rispetto all’alleanza con la Lega. Del resto, è stata la stessa senatrice del Movimento a parlare apertamente di un possibile accordo con il Partito democratico: e l’apertura a sinistra dei 5S non può che essere un messaggio chiaro al Carroccio. Ma l’impressione è che il salva-Roma, subito dopo l’indagine su Siri, metta a repentaglio la fragile stabilità dell’esecutivo giallo-verde, soprattutto in vista delle prossime elezioni europee.

Ti potrebbero interessare anche:

Resa dei conti nel Pd, Bersani: colpa mia, mi dimetto
Il dirigente del Pd Piras su Facebook, "Stuprate Isinbayeya"
INCONTROLUCE/ Il ministro Boschi è sexy? Ma quando mai...
Renzi-Merkel, lungo colloquio a Firenze prima della cena
Corriere, pronti 11 giorni di sciopero contro i tagli del personale
Giubileo, esame del decreto slitta ad inizio anno



wordpress stat