| categoria: attualità

Spari a Lourdes, ex militare barricato in casa con moglie e figlia: teste di cuoio in azione

Spari a Lourdes, vicino al Santuario di Nostra Signora. Un uomo di 50 anni, ex militare, si è barricato in casa con degli ostaggi dopo aver esploso dei colpi di arma da fuoco verso l’esterno. Sul posto sono intervenute le forze speciali del Raid e le autorità hanno chiesto a chiunque si trovi nei paraggi di non diffondere foto fino al termine delle operazioni per non dare involontari aiuti all’aggressore.

Testimoni hanno raccontato di aver sentito intorno alle 11 quattro colpi d’arma da fuoco. L’episodio sarebbe di carattere privato, e non legato al terrorismo. I due ostaggi sarebbero la sua ex compagna e la figlia. La donna aveva più volte denunciato per violenza l’uomo. Secondo i media è in corso una trattativa con le forze speciali giunte in rue Mozart, vicino alla stazione ferroviaria di Lourdes, nella regione dei Pirenei.

Ti potrebbero interessare anche:

L'ira di Washington e Londra: ora Algeri spieghi il massacro
Caso Aldovrandi, i poliziotti insorgono, ma la Cancellieri alza la voce: accertare le responsabilità
MAFIA/ Un anonimo lancia l'allarme attentati: magistrati siciliani nel mirino
Legge di Stabilità, studenti in piazza coi lavoratori, non vogliamo le briciole
Messina, l'acqua sta per tornare nelle case. Impianto riparato
Furbetti del cartellino in Comune, Sanremo licenzia 4 dipendenti



wordpress stat