| categoria: Cultura

MOSTRE/ “Forme e Colori” nella terra di Tuscia

VITERBO – Al Centro Culturale della Fondazione Carivit di Valle Faul (via Faul 22) è stata inaugurata, stamani, la Mostra Concorso “Forme e Colori” nella terra di Tuscia (24 aprile-12 maggio 2019), giunta alla tredicesima edizione. 40 artigiani, 21 talenti creativi under 35 e 151 studenti che hanno realizzato 35 lavori tra individuali e di gruppo. La mostra è promossa e organizzata dalla CNA Artistico e Tradizionale di Viterbo e Civitavecchia. L’evento che si svolge in collaborazione con la Regione Lazio- Progetto “Lazio Creativo” e con la Fondazione Carivit, ha il patrocinio del Comune di Viterbo, della Provincia di Viterbo, Camera Commercio di Viterbo, Associazione OmA (Osservatorio dei Mestrieri dell’Arte).

Presenti al taglio del nastro Luigia Melaragni, segretaria provinciale di CNA, l’assessore regionale allo sviluppo economico Gian Paolo Manzella, Alessandra Troncarelli, assessore alle politiche sociali della Regione Lazio, il consigliere regionale Enrico Panunzi, il sindaco di Viterbo Giovanni Maria Arena, gli assessori Paolo Barbieri e Alessia Mancini, il presidente della Fondazione Carivit che ospita l’evento, Marco Lazzari e il presidente della camera di commercio Domenico Merlani.

“La mostra concorso parla ai giovani – spiega Luigia Melaragni -. Si tratta dell’unico evento interamente dedicato all’artigianato artistico nella città dei papi, un patrimonio che va curato e preservato.” “Ogni edizione, nel corso degli anni, è andata migliorando – prosegue il sindaco Giovanni Arena-. La sinergia tra gli enti e tra le diverse realtà territoriali porta a risultati di elevata qualità”.

Fermo restando che Forme e Colori 2019 mantiene la fomula delle sezioni: “Artigianato artistico” e “Artigianato e design” riservato alle imprese artigiane e “Artigianato e design” riservato agli studenti di Licei Artistici del Lazio, due di Viterbo e uno di Roma, quest’anno l’attenzione è rivolta anche ai talenti creativi under 35 e futuri artigiani, residenti nel Lazio. Per il vincitore di questa sezione è previsto un premio a parte. La giuria di esperti proclamerà i primi tre classificati in ciascuna delle sezioni. Per il quarto anno, viene riproposto anche il Premio del pubblico. Nei weekend laboratori aperti per apprendere l’arte delle varie tecniche artistiche.

Ti potrebbero interessare anche:

Teatri lirici, grande stagione nonostante la crisi
Killer di mafia arriva finalista al Premio Sciascia, ed è polemica
ROMA/ Libera Università del Cinema, al via con Crialese il corso di regia
CAMPIELLO/ Balzano, dalla miseria si scappa sempre
Dagli scavi delle strade Anas la fanciulla di Plestia
Ravenna dedica parco letterario a Dante



wordpress stat