| categoria: editoriale

Basta risse, l’Italia ha bisogno di buoni sentimenti

Basta risse, l’Italia ha bisogno di buoni sentimenti. E’ quello che i politici, condannati ad essere autoreferenziali, accecati dal mondo dei media che li vezzeggia, li usa in maniera volgare, li trasforma in grotteschi personaggi, continuano a non capire. E’ evidente, grillini e leghisti non sono maturi per governare, sono prigionieri delle proprie idee e dei propri interessi, sono rigidi, intransigenti. Il paese ha bisogno di sperare, di rilassarsi, di entusiasmarsi, di riflettere. E’ soprattutto ha bisogno di capire che si può vivere meglio, che si deve vivere meglio. I buoni sentimenti, il buon senso, la solidarietà,il sorriso, il dialogo. E finalmente torna don Matteo, che di buoni sentimenti è il campione. La notizia dell’inizio delle riprese della dodicesima serie della amatissima fiction va tolta dal mazzo e messa in bella evidenza. Se gli italiani amano don Matteo e tutto quello che lo circonda, se anche in replica e contro replica la fiction è lo spazio televisivo più apprezzato ci sarà pure un perché. Don Matteo non è melassa scaricata sui telespettatori, non ha nulla di retorico e di dolciastro. E’ tranquillizzante perché fa vedere e rappresenta l’Italia che tutti noi vorremmo, e i suoi messaggi sono positivi, in tutti i sensi. Non ci sono eccessi, ci sono vie d’uscita, è un mondo ordinato quello che la serie suggerisce, dove ci sono i buoni e i cattivi ma dove questi ultimi hanno possibilità di redenzione, dove i fenomeni più gravi e terribili del nostro tempo si diluiscono in un mare di buon senso e di raziocinio. I politici possono arrivare a capire tutto questo? O devono azzannarsi negli interminabili talk show e consentire che sul pubblico televisivo si rovescino ore e ore di trasmissioni violente, dalla mattina alla sera, o di sciocco intrattenimento lontanissimo dalla realtà?

Ti potrebbero interessare anche:

Fori off limits, quell'ultimo favore (negato) al sindaco Marino
La risposta migliore a Charlie Ebdo? Il silenzio
Centrodestra addio, come nasce e dove porta la rottura Berlusconi-Salvini
A da venì Baffino
I giochi di potere del gattopardo
E adesso il Cav è all'angolo



wordpress stat