| categoria: attualità, primo piano

È morto Gianni De Michelis

0GOAQK7S-010-k14F-U3120193323238Ag-656x492@Corriere-Web-SezioniL’ex ministro degli Esteri socialista aveva 78 anni. Era stato il vice segretario del Partito Socialista nell’era di Bettino Craxi
È morto a 78 anni Gianni De Michelis, ex ministro degli Esteri e del Lavoro e vice segretario del Partito Socialista nell’era di Bettino Craxi. Era ricoverato da qualche giorno all’ospedale di Venezia, per il peggioramento delle condizioni generali di salute .Nato a Venezia il 26 novembre 1940, De Michelis si è laureato in Chimica industriale ed è stato docente universitario. Il suo percorso in politica inizia nel 1964 con l’elezione a consigliere comunale del capoluogo veneto e con il successivo incarico di assessore all’urbanistica. Nel 1969 diventa componente della direzione socialista e poi responsabile nazionale dell’organizzazione del partito. Nel 1976 appoggia l’elezione alla segreteria di Bettino Craxi con cui poi diventa membro della direzione nazionale del partito, presidente del gruppo alla Camera tra il 1987 e il 1988 e vice segretario nel 1993 e 1994. Nel 2001, dopo lo scioglimento del Partito socialista, fonda con Bobo Craxi il Nuovo Psi, che poi confluisce nella Casa delle libertà di Silvio Berlusconi. È stato deputato alla camera dal 1976 al 1994, ministro delle partecipazioni statali dal 1980 al 1983, ministro del lavoro e della previdenza sociale (1983-1987), vicepresidente del Consiglio dei ministri (1988-1989) e poi ministro degli affari esteri, dal 1989 al 1992.
Nell’agosto scorso era morto a 75 anni, il fratello Cesare, editore, presidente storico della Marsilio.

Ti potrebbero interessare anche:

Papa Francesco chiama Pannella (in ospedale), che sospende lo sciopero della sete e beve un caffè
Ebola, c'è un caso sospetto a Roma, scattate le procedure. Falso allarme
Juncker, Brexit è per sempre, no ad altri negoziati
Locri, migliaia in marcia contro le mafie. Don Ciotti: «Oggi siamo tutti "sbirri"»
Salvini, il premier tocca al centro destra. E siamo pronti
Toninelli attacca sulla A22: la gestione tornerà pubblica



wordpress stat