| categoria: Roma e Lazio

TRIDENTE CAOS/ 2 – Il Comune non molla, in arrivo altri vigili

Nessun passo indietro. Dal tavolo di confronto di oggi il dato che emerge è chiaro: sulla Ztl A1 partita lunedì scorso per liberare il tridentino da auto e due ruote, l’assessore alla Mobilità Linda Meleo non ha alcuna intenzione di arretrare. A sollevare polemiche il I municipio, insieme a buona parte degli esercenti della zona, impauriti da una possibile ripercussione del provvedimento sul flusso commerciale.

La misura prevede: sei varchi tra piazza del Popolo, via del Babuino, via di Ripetta e via della Mercede, l’orario di stop esteso dalle 18 alle 19, contrariamente a quanto avviene per gli altri quadranti a traffico limitato, divieto allargato anche agli scooter – anche questa una novità – ma anche, tra i punti criticati, zero aree parcheggio nei dintorni per sopperire alle chiusure. “Abbiamo chiesto di interrompere il provvedimento, almeno fino a che non riapriranno non solo Spagna ma anche le fermate di Repubblica e Barberini” spiega la titolare alla Mobilità del I municipio Anna Vincenzoni, all’incontro di oggi presso l’assessorato, quello disertato dalle associazioni di commercianti che hanno giudicato tardiva e insufficiente l’apertura al dialogo.

Le istanze però sono state recepite solo in minima parte. Si va avanti con il provvedimento. Come va avanti anche la fascia oraria fino alle 19.”Su questo non arretriamo, la strada è tracciata, è nostra ferma intenzione tenere il punto” fanno sapere dal Campidoglio, rivendicando la bontà di un’azione volta a tutelare il cuore monumentale della città. Piuttosto si lavora a trovare delle soste ulteriori per le due ruote. Perché il rischio è quello di ingolfare le strade, limitrofe al perimetro, di macchine e motorini. Tanto che, tra i presenti al confronto di oggi, un gruppo di residenti di Campo Marzio vorrebbe che la Ztl venisse estesa anche a loro, proprio per evitare l’invasioni di mezzi nelle vie vicine.

“Nella versione originale del provvedimento voluta da Marino erano previsti stalli in più” ricorda Vincenzoni. E Meleo promette di lavorarci, a braccetto con l’Agenzia per la Mobilità. I posteggi però non potranno essere riservati ai soli residenti, perché l’ente locale si scontrerebbe con una sentenza contraria del Tar. L’assessore promette anche pattuglie di vigili urbani itineranti per evitare i furbetti, che con il motorino raggiungono via di Ripetta percorrendo le strade laterali in contromano.

Ti potrebbero interessare anche:

Autisti abusivi, i sindacati dei taxi all'attacco: "via i vertici dei vigili urbani"
"Dona un albero a Roma", con 250 euro c'è una dedica "verde"
Il Papa a sorpresa a Boccea nelle case famiglia di Sos Bambini
The Student Hotel a Roma nel 2019
Che succede al Fatebenefratelli? Ancora un caso di tubercolosi
SALVINI PROMETTE, 250 VIGILI A ROMA ARRIVERANNO A INIZIO 2019



wordpress stat