| categoria: politica

Stop alla proroga per Radio Radicale

dd88bf7034aa9bedbb286402feeb0f1aTutte inammissibili le proposte sul tema. Via oltre 540 emendamenti. Giachetti in conferenza stampa dall’ospedale

Sono più di un terzo, oltre 540 gli emendamenti al decreto Crescita che non passano il vaglio dell’ammissibilità. Tra questi, sono state ritenute inammissibili tutte le proposte di proroga della convenzione per Radio Radicale, a partire dall’emendamento della Lega a firma Capitanio. I gruppi avranno tempo fino alle 14.15 per presentare i ricorsi. Poi si dovrà passare a segnalare non più di 500 emendamenti, come deciso dalle commissioni Bilancio e Finanze della Camera, per iniziare a votare a partire dal 28 maggio.

Il deputato del Pd Roberto Giachetti, ricoverato in ospedale a seguito dello sciopero della sede e della fame per protestare contro il mancato rinnovo della convenzione con il Mise di radio radicale sarà in collegamento telefonico con la sala stampa di Montecitorio che alle 14.30 ospiterà una conferenza stampa sulla situazione della radio nel primo giorno dopo la scadenza della convenzione. All’incontro il Direttore di Radio Radicale Alessio Falconio, l’Amministratore delegato di Radio Radicale Paolo Chiarelli e l’editore Maurizio Turco.

Ti potrebbero interessare anche:

MEDIASET/ Ultimo giorno di pena per Berlusconi, da domani è libero
Lupi: "Lascio il governo a testa alta, guardandovi negli occhi"
Del Rio ha giurato, è il nuovo ministro delle infrastrutture e dei trasporti
Regionali Puglia, Poli Bortone verso candidatura con Fi: "Sì a un centrodestra nuovo"
RAI/ Tetto di 240 mila euro per gli stipendi, ma non per le star
Di Battista (M5s), non mi ricandido



wordpress stat