| categoria: sanità Lazio

ASL ROMA4/ Continuità assistenziale a Ladispoli, nessuna modifica agli orari

«Il servizio di continuità assistenzale non è stato affatto depotenziato, anzi, l’attività ambulatoriale in sede rappresenta un potenziamento, un completamento all’attività domiciliare, garantito dai medici della Continuità Assistenziale per venire incontro alle esigenze della popolazione».
La Asl Roma 4 cerca di chiarire la situazione relativa alla presenza della guardia medica al Pit di Ladispoli. Nei giorni scorsi, sui social è infatti apparsa una foto su dei nuovi orari del servizio di guardia medica all’interno del Posto di Primo Intervento sulla via Aurelia. Secondo la foto postata da diversi utenti social e che ben presto ha fatto il giro delle bacheche, era scattato l’allarme tra i residenti che di fatto, si vedevano ridurre il servizio di guardia medica al PIT.
Nella foto pubblicata infatti, veniva chiarito che a partire dal primo maggio il medito di guardia sarebbe stato disponibile solo dalle 21 alle 23 dal lunedì a venerdì, mentre nei giorni festivi e pre festivi, quando cioè gli utenti non possono contare sul proprio medico di base, questi sarebbe stato disponibile dalle 11 alle 13 e dalle 21 alle 23.Tra le prestazioni garantite i certificati medici per i lavoratori turnisti e la prescrizione di farmaci per le terapie non differibili. Per le visite invece, sempre nel foglio fotografato e pubblicato, si leggeva chiaramente di dover contattare la centrale Ares per prendere appuntamento col medico così da evitare lunghe code o addirittura un viaggio a vuoto. Una situazione che aveva subito lanciato in allarme il territorio. Solo tra Cerveteri e Ladispoli si contano infatti oltre 80mila abitanti che, in caso di necessità, fanno riferimento proprio al Pit. E proprio sull’origine del cartello la Asl precisa ancora: «Il cartello informativo fotografato non è quello attualmente in uso che specifica gli orari attuali, peraltro non modificati negli ultimi anni».

Ti potrebbero interessare anche:

La Regione: al S.Giovanni nascerà un polo oncologico avanzatissimo
Inaugurato nuovo blocco operatorio all'Ifo: più interventi e più sicurezza
Clochard dorme davanti alla sala operatoria: a Fondi scoppia il caso sicurezza
Bufera al San Camillo sui medici dell'intramoenia. Ritardi nella consegna del denaro incassato
ASL ROMA 5: AL LAVORO SU QUESTIONE CARENZA PERSONALE, È PRIORITÀ
Villaggio della prevenzione. La Asl Roma 6 aderisce



wordpress stat