| categoria: Roma e Lazio

Fallimento Mercatone Uno, i lavoratori lo scoprono dai social

1.800 a rischio. Shernon Holding, la società che meno di un anno fa aveva acquisito 55 punti vendita, è stata dichiarata fallita. Negozi chiusi in tutta Italia, i dipendenti lo hanno scoperto da Facebook

I dipendenti della Mercatone Uno hanno avuto un terribile risveglio questa mattina. Shernon Holding, la società che meno di un anno fa aveva acquisito 55 punti vendita dello storico marchio nato a Imola (Bologna) a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta, finito di recente in amministrazione straordinaria, è stata infatti dichiarata fallita dal tribunale di Milano. L’annuncio arriva in un comunicato della Filcams-Cgil di Reggio Emilia.

La situazione di crisi relativa a Mercatone Uno, 1.800 dipendenti, era approdata al Mise che per il 30 maggio aveva convocato un tavolo ad hoc. La Shernon Holding aveva acquisito i 55 punti vendita sparsi nel Paese meno di un anno fa e circa un mese fa aveva presentato domanda di ammissione al concordato preventivo. I lavoratori hanno appreso della chiusura dei negozi da Facebook. “Non c’è stata nessuna comunicazione ufficiale da parte dell’azienda”, spiega Luca Chierici, segretario della Filcams di Reggio Emilia.

Fallimento Mercatone Uno: negozi chiusi in tutta Italia

Ed è allarme tra i lavoratori, che questa mattina hanno trovato i punti vendita chiusi. Sono oltre 1.800 i dipendenti Mercatone Uno sparsi in giro per il Paese. Solo tra Bologna e provincia, oltre al quartier generale di Imola con le sue circa 60 unità di personale, Mercatone Uno conta due negozi tra il capoluogo e San Giorgio di Piano (altre 70 lavoratori), cui si sommano una quindicina di addetti nella logistica e i lavoratori di coop di appalto (un centinaio). Davanti a numerosi negozi chiusi sono in corso presidi e sit-in dei lavoratori.

Ti potrebbero interessare anche:

"Caro Estinto", le agenzie funebri si preparano ad assediare la Regione
Ambulanti a Cola di Rienzo, l'inchiesta / (1) Licenze vergogna nel quartiere Prati
Marino, solo generici impegni su Tor Sapienza. E intanto su di lui incombe la sfiducia
Cambia il bilancio, più fondi al sociale e "trasfusione" all'Atac
Auto passa col rosso: tre feriti gravi. Non c'è pace per la Colombo
SARA'VERO?/ Entro luglio il raddoppio del sottopasso ferroviario al Portuense



wordpress stat