| categoria: editoriale

Europee effetto caos. In qualche modo ne usciremo. Ma come?

Le previsioni della vigilia, a grandi linee, sono state rispettate. Il problema è che ora il futuro è un grosso buco nero. Prima degli exit poll si poteva sperare in ogni caso in indicazioni chiare, precise. Oggi ci sono sul tavolo solo grandi interrogativi. Salvini ha vinto, gli attacchi feroci di questa settimana non hanno raggiunto lo scopo. Non ha stravinto, certo. Ma rispetto al suo alleato-avversario a cinque stelle non c’è stata partita. Ora la Lega può dettare le condizioni e il M5S se vuole restare a galla deve arrendersi. Di Maio è a un bivio, o si appiattisce su Salvini o si colloca dall’altra parte, dove lo attende un ammiccante Pd, redivivo dopo la cura Zingaretti. Quanto varranno gli impegni e i no della vigilia? Pd e M5S possono allearsi tatticamente? I leaders avevano negato fino alla nausea questa possibilità.Ma adesso, con la resa dei conti davanti a loro? Salvini ha il coltello dalla parte del manico, lui il governo non lo fa cadere. Ma ci sono gli avanzi del centro destra a disposizione. Quel centro destra che ha scippato alla sinistra anche il Piemonte. Resta da vedere cosa porterà lo spoglio delle amministrative, metà dei comuni italiani da che parte andranno? Sul piano europeo la rivoluzione annunciata è già in atto, la Merkel ha resistito ma è calata parecchio, c’è il boom dei Verdi, in Francia la LePen ha travolto Macron, il PPE è ancora primo partito in Europa ma non ha più la maggioranza e tutti gli equilibri sono saltati ed il futuro è da inventare. In qualche modo ne usciremo, come e quando non si sa.

Ti potrebbero interessare anche:

Il pm e le scarpette per il piccolo Achille. Non commuoviamoci troppo
Emergenza femminicidio, non c'è tempo da perdere
E adesso risparmiateci la retorica. Fate qualcosa
La volgarità gratuita di Libero? Un assist per la Raggi
E poi discutono di ius soli. Fenomenologia del branco di Rimini
Palazzo Chigi e Campidoglio, stucchevole gioco delle parti



wordpress stat