| categoria: Dall'interno

L’INTERVISTA/ Ebook superano i libri cartacei con oltre un miliardo di lettori

2Parla Giacomo Bruno, fondatore e Presidente di Bruno Editore, definito “il papà degli ebook”. In Italia hanno registrato vendite per 67 milioni di euro

L’editoria del futuro sarà sempre più un’editoria social. Le persone leggeranno sempre di più online mentre i libri cartacei continueranno a registrare flessioni nelle vendite. Lo conferma Giacomo Bruno, fondatore e Presidente di Bruno Editore, definito “il papà degli ebook” per averli portato per primi in Italia nel lontano 2002.
Bruno, finalmente è arrivato il momento dell’ebook?
“Assolutamente sì, l’ebook in Italia ha raggiunto un fatturato di 67 milioni di euro ed è un
dato significativo per il nostro mercato. Ma analizzando il volume d’affari dell’editoria digitale nel resto del mondo, penso che ci siano ancora ampie possibilità di crescita. Oltre i nostri confini gli ebook generano ben 13 miliardi di dollari contro i 10 miliardi di quelli venduti nelle librerie. In questi giorni, oltretutto, è emerso un altro numero significativo: sono un miliardo i lettori degli ebook e questo vuol dire che stiamo assistendo a una vera e propria rivoluzione culturale”.
Però i libri non sono solamente quelli di narrativa ma riguardano anche la formazione. Lei sostiene che possono essere anche dei validi strumenti di marketing. Ce lo può spiegare meglio?
“Il libro deve essere percepito e utilizzato anche come uno strumento di lavoro. Oramai, in un mercato confuso e sovraccaricato di messaggi, gli imprenditori o i professionisti non sanno più come emergere per farsi conoscere dai loro potenziali clienti. Il rischio, inevitabile, è quello di rimanere nell’anonimato. Scrivere un libro di formazione, invece, gli permette di farsi conoscere, di dare una forma al proprio valore e alla propria professionalità e competenza. È uno strumento per mostrare, ai possibili clienti, la qualità dei propri prodotti e servizi. Il libro di formazione è la tua reputazione che ti consente di essere riconosciuto come un esperto autorevole e specializzato. Un libro di formazione, raggiungendo lettori in tutto il mondo, è un moderno ed efficace biglietto da visita”.
Con la Bruno Editore, dal 2002 ad oggi, avete pubblicato oltre 600 autori, tutti diventati Bestseller Numero1 sulle classifiche di Amazon. Qual è il vostro segreto?
“Il nostro sistema, seppur necessiti di una costruzione quasi scientifica, in realtà è molto semplice. L’autore porta la sua idea e noi lo aiutiamo a realizzarla. I nostri editor seguono l’autore passo passo a partire dal titolo e dal sottotitolo. Lo aiutano a costruire il sommario del libro e, attraverso 10 tecniche di scrittura veloce, mettendo la massima attenzione in ogni dettaglio della costruzione ‘narrativa’, si arriva a confezionare un prodotto che renda al massima l’autorevolezza del suo autore. Infine, lavoriamo sul posizionamento online e sulla categoria di mercato, determinanti per ad ottenere il massimo del riconoscimento”.
Quali sono i vostri autori che hanno ottenuto maggior successo?
“Alcuni dei nostri scrittori hanno raggiunto risultati incredibili. Il libro: ‘Liberati Da Equitalia/AER’, scritto dal dottor Carlo Carmine, nel solo primo giorno del lancio è stato scaricato da 3.000 lettori. Di questi 3.000 lettori, circa 300 sono diventati suoi clienti. Carlo ha chiuso il 2018 con oltre 5.000.000€ di incassi. I nostri autori, a seconda dell’argomento trattato nella pubblicazione, hanno guadagno importi diversi che variano dalle 10.000 euro a salire. Parliamo di cifre considerevoli se pensiamo che con i libri cartacei, i diritti d’autore danno allo scrittore un ritorno economico davvero scarso”.
Ma come si fanno ad ottenere così tanti download?
“Questi risultati li abbiamo raggiunti e costruiti in vent’anni di carriera, dal 2002 ad oggi.
Li riusciamo ad ottenere perché abbiamo i numeri sui social e siamo considerati come i più autorevoli nel settore. Abbiamo un milione e 200 mila follower tra Facebook e Instagram mentre altre 150 mila persone sono iscritte alle newsletter di Bruno Editore. Questo vuol dire che quando esce un nuovo libro, le persone ne riconoscono subito l’alto livello qualitativo e si innesca la corsa al download e il libro schizza nelle classifiche”.
Recentemente lei è stato definito un Book Influencer ma cosa significa?
“Grazie ai numeri e all’autorevolezza di cui le parlavo prima, un Book Influencer è quella figura professionale che, con il suo intervento, può orientare il mercato delle vendite. Un suo consiglio di lettura viene percepito come un importante suggerimento da seguire. Recentemente mi sono occupato del libro della star internazionale Gwyneth Paltrow e in solamente cinque ore dal lancio, lo abbiamo fatto diventare Bestseller Amazon Italia, passando dalla posizione 9.805 alla numero 1 della sua categoria. Questa operazione l’abbiamo ripetuta anche con il romanzo di Matteo Viviani, giornalista delle Iene e, anche in questo caso in pochissime ore, gli abbiamo fatto scalare oltre 90.000 posizioni nella classifica dei Bestseller di Amazon Italia”.
Il futuro dell’editoria è nel digitale?
“Il futuro dell’editoria è in una editoria social. Questo vuol dire un’editoria fatta di persone che cercano online. Oggi i lettori prima di comprare un libro chiedono un consiglio nei gruppi Facebook, fanno una ricerca, vogliono sapere chi ha scritto il libro. I lettori vogliono sapere da chi apprendono le informazioni che potranno essergli utili nel lavoro o nella propria vita privata. Quindi se gli autori e gli editori non si adegueranno a questa novità, se non avranno i profili aggiornati e non sapranno dominare il mondo del digitale, finiranno presto fuori mercato. Soprattutto sono convinto che i libri di formazione diventeranno sempre più importanti e richiesti”.

Ti potrebbero interessare anche:

GELA/ Rimproverata dal padre, ragazzina s'impicca. Trovato un biglietto: "Ora siete contenti?&q...
La Concordia sarà smantellata a Genova
Inchiesta caporalato: arrestati titolari di una azienda vinicola del Chianti
Viabilità, quanto spendono i comuni
Tornano le feste della castagna della Tuscia
Bullismo: mamma, mio figlio 15enne costretto drogarsi e rubare



wordpress stat