| categoria: gusto, turismo

Parte il 1° e il 2 giugno il Gelato Festival: il tour europeo, per promuovere in Europa la cultura del gelato artigianale e le specialità del territorio

61348728_2243033762692214_8856714020279812096_nI Gelatieri del Lazio sono partiti per Berlino dove il 1° e il 2 giugno si terrà la prima tappa del Gelato Festival, il tour europeo, per promuovere in tutta Europa la cultura del gelato artigianale e gli ingredienti tipici della nostra Regione, che fanno del Gelato un prodotto di alta qualità.

L’Associazione Italiana Gelatieri partecipa con gli Ambasciatori Mario Serani, Paolo Costantini, Carlo Giorgio Bianchi, e con il Cavaliere Domenico Curiale, che realizzeranno il gelato utilizzando ingredienti tipici in laboratori mobili e adibiti a degustazioni e a eventi. Tra le eccellenze della Regione Lazio, prodotti agroalimentari come la Cerasa di Palombara Sabina e il Marrone antrodocano e vini come il Cannellino di Frascati DOCG e il Moscato di Terracina DOC.

L’eccellenza del Gelato artigianale italiano diventa un veicolo per valorizzare, insieme alla Regione Lazio, la filiera agroalimentare e promuovere in Europa e in tutto il mondo, il Turismo enogastronomico. Ringrazio l’assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio Gian Paolo Manzella, il direttore generale dell’Azienda speciale della Camera di Commercio di Roma Agrocamera Carlo Hausmann, il Presidente di Lazio Innova Paolo Orneli, per aver permesso al gelato artigianale di raccontare il territorio, le nostre tradizioni, la nostra cultura“. Così in una nota Claudio Pica, segretario generale della Associazione Italiana Gelatieri.

Il tour del Gelato Festival continuerà a Vienna il 19 e 20 giugno, a Londra il 29 e 30 giugno e a Barcellona il 28 e 29 settembre, mese nel quale il tour farà tappa anche Roma.

Ti potrebbero interessare anche:

Un marchio di qualità per il parco Val Sesia - Val Grande
Da Ragusa parte Girolio, tappe lungo tutto lo Stivale
La pasta batte ogni pietanza sulla tavola degli italiani
La magia di Ravello e l’arte in Campania
A Vallerano torna la notte delle candele
Viaggio slow lungo il Delta del Po e poi a Chioggia



wordpress stat