| categoria: economia

Fca-Renault, Parigi chiede garanzie a Elkann

fca-renaultIl ministro delle Finanze francese Bruno Le Maire ha incontrato il presidente di Fca John Elkann venerdì e sabato per poi vedere domenica il presidente di Renault Jean-Dominique Senard. Il governo francese chiede chiarimenti sulla fusione proposta da Fca al gruppo del Diamante: Parigi chiede che siano evitati tagli all’occupazione, che il quartier generale operativo del nuovo gruppo sia a Parigi che agli azionisiti Renault venga pagato un dividendo straordinario e che il governo francese abbia un posto in consiglio di amministrazione. Le richieste sono oggetto di valutazione da parte del gruppo italo-americano che, secondo fonti consultate da Bloomberg, sarebbe disponibile solo a piccoli ritocchi al suo piano. Le Maire avrebbe chiesto anche rassicurazioni sul mandato di Senard, che è stato indicato come possibile amministratore delegato del gruppo post-fusione. Gli incontri precedono il Cda di Renault che domani dovrebbe dare una risposta alla proposta di fusione avanzata da Fca che, sentita sulla richiesta di garanzie al governo francese, ha risposto «no comment». Le notizie sulle richieste del governo francese muovno la Borsa: Renault guadagna quasi due punti (+1,9%), in controtendenza rispetto al comparto auto (debole, -0,6% l’indice Stoxx di settore). Fca fanalino di coda: cede l’1,7% a 11,23 euro.

Ti potrebbero interessare anche:

Andrea Bonomi ritira offerta per Club Med e vende sue azioni
TURISMO/ Federalberghi, +5,3% presenze +1,9% occupati nel primo trimestre
Tetto a stipendi e bonus per i manager pubblici: possibili fino a 100 mila esuberi
Industria ko: produzione ferma ad ottobre, +1,3% sull'anno
Nuovi contratti per gli statali, si cambia. Dalla malattia ai precari
Sanzioni agli statali, spunta la clausola anti-ricorsi



wordpress stat