| categoria: Dall'interno

La procura di Catania apre inchiesta su puntata “Realiti

113540672-7ff0ff55-7b69-4bff-886e-c934bbe784c4Al centro dell’indagine le dichiarazioni di due cantanti neomelodici sui giudici Falcone e Borsellino: Leonardo Zappalà e Niko Pandetta

La procura di Catania ha aperto un’inchiesta, al momento senza indagati, sulla prima puntata della trasmissione ‘Realiti’, andata in onda su Rai 2 la settimana scorsa. Titolare del fascicolo è il procuratore aggiunto Carmelo Petralia, che ha delegato le indagini alla polizia postale di Catania, che dovrà acquisire i video della trasmissione. Al centro dell’inchiesta le dichiarazioni di due cantanti neomelodici: Leonardo Zappalà, presente in studio, e Niko Pandetta, nipote del boss ergastolano Salvatore Cappello, sui giudici Falcone e Borsellino.

Al centro dell’indagine le dichiarazioni di due cantanti neomelodici sui giudici Falcone e Borsellino: Leonardo Zappalà e Niko Pandetta

La procura di Catania ha aperto un’inchiesta, al momento senza indagati, sulla prima puntata della trasmissione ‘Realiti’, andata in onda su Rai 2 la settimana scorsa. Titolare del fascicolo è il procuratore aggiunto Carmelo Petralia, che ha delegato le indagini alla polizia postale di Catania, che dovrà acquisire i video della trasmissione.

Al centro dell’inchiesta le dichiarazioni di due cantanti neomelodici: Leonardo Zappalà, presente in studio, e Niko Pandetta, nipote del boss ergastolano Salvatore Cappello, sui giudici Falcone e Borsellino.

Ti potrebbero interessare anche:

FORCONI/Collettivo 9 dicembre tenta blitz su torre di Pisa
Usura e gioco d'azzardo: sequestrati beni per oltre 100 milioni di euro tra Lazio e Sardegna
Meteo/ Ponte dell'Immacolata, tempo buono e temperature miti
Riconosciuta in Sicilia la professione del pizzaiolo. Esultano i maestri dell'arte della pizza
TERREMOTO: DUE ANNI FA IL SISMA, PIROZZI, BISOGNA FARE DI PIU'
Cagliari, madre uccide i due figli disabili e si spara



wordpress stat