| categoria: attualità

Whirlpool, azienda: ‘Napoli non chiude’. Di Maio: ‘Bene’

Whirlpool conferma di non voler chiudere e nemmeno disimpegnarsi dal sito di Napoli, mostrandosi quindi disponibile a ragionare sul proseguimento dell’attività. Lo si apprende da fonti Mise. Il tavolo è terminato dopo meno di un’ora di discussione.

“L’azienda ha dato la massima apertura alle indicazioni del ministro Luigi Di Maio, a cominciare dalla settimana prossima siamo pronti a lavorare concretamente per trovare una soluzione che assicuri il massimo livello di occupazione e altrettanto assicuri la continuità dell’assetto industriale”. Lo ha detto il responsabile della comunicazione di Whirlpool Italia, Alessandro Magnoni.

L’annuncio di Whirlpool di non voler chiudere e nemmeno disimpegnarsi sul sito di Napoli “è il presupposto per ricominciare il dialogo. Da lunedì do per scontato soluzioni che ripartono dai pilastri di prima”. Così il vicepremier e ministro Luigi Di Maio ai lavoratori aggiungendo “tenete duro e non mollate. Sono con voi. Lunedì ascolteremo l’azienda per capire che soluzioni ci porteranno”.

Sull’annuncio di Whirlpool riguardo al sito di Napoli “non disimpegno non vuole ancora dire tutto, ma è un passo avanti. Poi, siccome sono inaffidabili questo è l’ultimo tempo che gli diamo per dimostrarci la loro affidabilità”. Così la segretaria nazionale della Cgil, Barbara Tibaldi, al termine dell’incontro tenutosi al Mise, aggiungendo che l’azienda “ha avuto il coraggio di sedersi al tavolo e dire che per colpa dei provvedimenti presi ieri da Di Maio doveva rivalutare ammortizzatori sociali e investimenti in tutto il paese” poi “di fronte a un muro compatto, ha detto che accettava i presupposti e si sarebbe presentata la prossima settimana, entro 4 giorni per illustrarci le sue proposte”.

Ti potrebbero interessare anche:

Scontro Boccassini-Ingroia, "Una vergogna paragonarsi a Falcone"
La Grecia spaventa le Borse, Piazza Affari in rosso
TERRORISMO/ Siriani presi a Orio, "uno in organico dell'Isis"
E ora l'Isis punta sul caos: «Colpire Berlino e Bruxelles»
Rimini, il branco aveva tentato un altro stupro: coppia di Varese era riuscita a fuggire
Tangenti in Lombardia, indagata anche Lara Comi (Fi)



wordpress stat