| categoria: Dall'interno

VITERBO/ Torna in pista “Caffeina festival”

di WANDA CHERUBINI

VITERBO- Torna “Caffeina festival” dal 22 al 30 giugno, giunto alla XIII edizione.Tante le novità presentate questa mattina in conferenza stampa da Filippo Rossi ed Andrea Baffo, alla presenza del sindaco Giovanni Arena, dell’assessore Alessia Mancini, della stampa e dei principali sostenitori dell’evento, a partire dalla Fondazione Carivit (presente oggi il suo presidente Marco Lazzari). Un aiuto importante per la realizzazione di “Senza Caffeina” l’evento in concomitanza per bambini e ragazzi, è infatti venuto proprio dalla Fondazione Carivit. Altri importanti sostenitori di Caffeina Festival sono la Camera di Commercio (presente Francesco Monzillo) , l’Ance, (presente Andrea Belli) e la Confartigianato di Viterbo. Nello specifico il suo direttore Andrea De Simone ha illustrato la prima delle novità. Come, infatti, evidenziato da Filippo Rossi, quest’anno Caffeina mira a lasciare aperta ai viterbesi piazza San Lorenzo. Niente più transenne quindi, nè ascensore chiuso, in quanto proprio piazza San Lorenzo diventerà una piazza dell’artigianato. Ci sarà un palco dove verranno tenuti una serie di incontri con stand di contorno. “E’ questa la tredicesima edizione – ha esordito De Simone- Quando la squadra cambia modulo lo fa per tornare a vincere. L’idea di piazza San Lorenzo è nata dalla voglia di fare qualcosa di qualità, smuovendo la pigrizia di tante aziende. Caffeina, attraverso il teatro, il festival ed il Christmas village, racconta e romanza Viterbo, diventando un patrimonio culturale, ma anche economico. Ciascuno deve fare qualcosa per conservare questo patrimonio”.

Altra grande novità, ha annunciato Rossi, è lo spostamento di “Senza Caffeina” a piazza San Carluccio. Oltre a due spettacoli al giorno con i burattini, piazza San Carluccio diventerà la piazza degli Osti. Al riguardo Felice Arletti ha spiegato: “Faremo degli spettacoli che raccontano il territorio attraverso il cibo, mettendo in luce le eccellenze della provincia con circa 40 appuntamenti al giorno. Per la prima volta quest’anno tutte e tre le stelle Michelin saranno sul palco per raccontare la loro esperienza”.

Rossi ha poi annunciato che in piazza del Gesù non ci sarà più musica, ma un graditissimo ospite: il festival delle Ombre. “Ci saranno due percorsi – ha aggiunto Rossi – quello di don Chisciotte, che segue lo slogan di Caffeina di quest’anno “#Io sto con Donchisciotte” con alcuni incontri a tema e poi un contro festival “Lezioni di democrazia”, che è stato integrato nel festival con dibattiti più a tema politico e sociale”.

Baffo ha sottolineato l’importanza della collaborazione con il Comune di Viterbo ed al riguardo il sindaco Giovanni Arena ha affermato: ” Bisogna dare atto a Caffeina che ha in punta di piedi e portato avanti programmi sempre più interessanti. Si passa da Saviano a Veneziani, a Sallusti: c’è un po’ per tutte le simpatie anche di carattere politico. Anche quest’anno Caffeina è un prodotto di altissima qualità con manifestazioni di corollario altrettanto importanti. Sono sicuro che i viterbesi usufruiranno di questa opportunità, ma il richiamo è nazionale. L’amministrazione intende essere sempre vicina a queste iniziative”.

Baffo ha evidenziato come Caffeina abbia affrontato notevoli difficoltà nei suoi vortici organizzativi e di crescita. “Nella complessiva difficoltà ci troviamo spesso carenti, dalla parte del torto, quindi, ringrazio il Comune che ci accompagna nel velocizzare parte delle nostre criticità”. Baffo ha poi ringraziato il presidente della Fondazione Carivit, Marco Lazzari, che da 13 anni è presente in maniera sostanziale e lo è con convinzione. La Fondazione è presente con un focus mirato sulla sezione “Senza Caffeina”, il festival dedicato ai bambini e giovani”.

Lazzari, dopo essersi complimentato con gli organizzatori, ha evidenziato come il festival si sia evoluto. “La nostra attività a sostegno di Senza caffeina si inserisce in un discorso più ampio fatto dalle Fondazioni bancarie mettendo 12 milioni di euro l’anno per lo sviluppo programmatico che ha lo scopo di rimediare alla povertà”.

Baffo ha poi ringraziato Andrea Belli dell’Ance,che sosterrà gli eventi in piazza del Plebiscito. “Lo sviluppo della città passa attraverso queste iniziative e fare questi eventi è fondamentale – ha rimarcato Belli – Se la città cresce, cresce anche l’economia e le imprese”.

Francesco Mozillo della Camera di Commercio ha evidenziato la partecipazione dell’ente camerale: “Ci fa piacere partecipare. Dobbiamo continuare ad investire su Caffeina festival”.

Infine, Rossi ha detto: “Ogni anno cerchiamo di cambiare pelle. Quest’anno, rispetto agli ultimi due-tre anni, abbiamo voluto riprendere le radici e rilanciarci verso il domani: ci saranno, quindi, tanto dibattito pubblico, tanti libri, tanta libertà, tante visioni del mondo anche contrapposte. Il Festival sarà trasmesso da Radio Radicale, come nostra partner. Il nostro tentativo è quello di arrivare a scatenare la nostra libertà. Lo slogan “Io sto don Chisciotte”, indica questa voglia di schierarsi. E’ indubbio che il dibattito politico sia al centro dell’attenzione di tutti noi e questa idea di cavaliere errante che va contro i mulini a vento anticipa questa voglia di impegno che c’è in Italia”.

Altra importante novità la biglietteria, che è stata semplificata con l’accesso giornaliero a tutti gli eventi di Caffeina con un unico biglietto al costo di 4 euro che si potrà acquistare solo il giorno in cui si è interessati agli eventi. “Da domani ritorna in funzione anche l’app di Caffeina e visto che i libri saranno al centro del Caffeina festival, la libreria del festival sarà come sempre aperta a piazza del Plebiscito”. I biglietti si possono acquistare presso il teatro libreria Bistrot Caffeina, in via Cavour, in piazza del Plebiscito, in piazza San Lorenzo e presso piazza San Carluccio.

Primo importante appuntamento in anteprima è con Roberto Saviano il 18 giugno che al teatro Caffeina presenterà il suo libro “In mare non esistono taxi”. Fra gli ospiti giornalisti ci saranno Antonio Padellaro (22 giugno), Marco Travaglio (23 giugno), Alessandro Sallusti, David Parenzo e Diego Bianchi (24 giugno), Ezio Mauro (25 giugno), Corrado Formigli (26 giugno), Aldo Cazzullo (30 giugno), il tributo a Massimo Bordin prima dell’evento di chiusura finale con Enrico Mentana (sempre il 30 giugno).

Esponenti politici e delle istituzioni animeranno le location del festival: appuntamento con Roberto Maroni (24 giugno), Monica Cirinnà e Gianluigi Paragone (25 giugno), Raffaele Cantone (il 26), Antonio Tajani e Massimiliano Smeriglio (27 giugno) ed ancora Emma Bonino, Alessandro Di Battista (entrambi attesi per il 28) ed il medico di Lampedusa ed eurodeputato Pietro Bartolo (30 giugno).

Decine, infine, gli autori attesi: Giampiero Mughini (il 22 giugno), il poeta Davide Rondoni che celebrerà Leopardi in occasione dei 200 anni de “L’infinito” (23 giugno) e Giordano Bruno Guerri e Francesco Filippi in “Mussolini ha fatto anche cose buone- le idiozie che continuano a circolare sul fascismo”. Ed ancora Luca di Bartolomei (23 giugno), Nicola Biondo editorialista del Corriere della Sera, insieme ad Ernesto Galli della Loggia (24 giugno) e Federica Angeli, la giornalista sotto scorta per aver sfidato le famiglie criminali del litorale romano. il 26 giugno arriva Marcello Veneziani il 26 giugno, il 27 giugno Giancarlo de Cataldo, oltre a Carlo Bonini il 28 giugno, pochi minuto dopo con Darwin Pastorin. Il 29 giugno altri tre grandi ospiti: la fumettista Vauro Senesi, l’attrice e autrice Chiara Francini e lo psicologo Paolo Crepet. Il 30 giugno, per la giornata conclusiva ci saranno Simona Sparaco e Massimo Gramellini.

Per finire, non mancheranno le rassegne. Il programma completo di Caffeina Festival 2019 è consultabile su: http://caffeinacultura.it/caffeina/2019/06/10/programma-festival-2019/

Ti potrebbero interessare anche:

Scuola,con il calo delle nascite quarantamila posti di docente in meno
Preso il violentatore della sedicenne, è un 31enne dipendente del ministero della Difesa
Attacco di Hacker islamici al sito dell'aeroporto di Perugia?
In mostra a Cosenza l'arte del bonsai
Migranti, truffa da 9 milioni nell'accoglienza. Un arresto
Ecco i ladri di Palazzo Ducale



wordpress stat