| categoria: Roma e Lazio

Nuovo assessore al verde (ma non ai rifiuti) , è Laura Fiorini

Si chiama Laura Fiorini e, salvo sorprese, sarà il nuovo assessore al verde pubblico di Roma. Il suo sarà un compito complesso: dagli alberi da potare prima che il vento li schianti a terra, ai parchi, giardinetti di quartiere, ville storiche da curare e riportare allo splendore che meriterebbe la città con più chilometri quadrati “green” d’Europa. La nomina, che ancora attende l’ordinanza ufficiale della sindaca, arriva dopo quattro mesi di vuoto lasciato da Pinuccia Montanari, ex titolare all’Ambiente uscita sbattendo la porta perché in conflitto con la linea della giunta sul bilancio Ama.
Classe ’62, militante grillina della prima ora proveniente dallo stesso municipio della prima cittadina, il XIV, dove si è candidata consigliera nel 2013, non ha particolari competenze nella materia che a stretto giro sarà chiamata a dirimere. E’ semplicemente una fedelissima alla linea. Una pentastellata doc. Certo, c’è chi si sarebbe aspettato un super esperto del settore a giustificare un’attesa così lunga, quattro mesi. Invece la scelta è ricaduta su una sconosciuta. D’altronde non è la prima volta. Un altro assessorato di peso, i Lavori pubblici, sono guidati da una grillina scelta non certo per le strette competenze su strade e infrastrutture, Margherita Gatta.
In tutto questo, lo ricordiamo, l’assessorato è stato spacchettato. C’è il verde quindi, in capo alla new entry Laura Fiorini, ma manca ancora il tassello più scottante, la delega ai rifiuti. Ancora sulle spalle della sindaca Virginia Raggi, alla prese in questi giorni con l’ennesima emergenza immondizia per le strade della Capitale. Quella sì che sarebbe un’urgenza, avere un assessore all’Ambiente. Ma ancora, dopo quattro mesi, regna il silenzio.

Ti potrebbero interessare anche:

RIFIUTI/ Sottile: individuati quattro impianti nel Lazio
Roma, morto l'uomo che si era dato fuoco a San Pietro
Povertà, l'assessore Cutini: Roma farà la sua parte
IL CASO/ Quegli strani vitalizi a persone "illustri"
Appendino-Raggi, confronto tra sindache in Campidoglio
IL PUNTO/ Se non si ferma l’emorragia per i Cinque Stelle sono dolori



wordpress stat