| categoria: Roma e Lazio

Roma, M5S: si dimette Stèfano dalla carica di vice presidente vicario del consiglio

Finora il Pentastellato aveva svolto le funzioni appartenenti a De Vito dal giorno del suo arresto per corruzione

Roma, 4 luglio 2019  - il consigliere M5S Enrico Stèfano si dimette dalla carica di vice presidente vicario dell'Aula Giulio Cesare

Roma, 4 luglio 2019 – il consigliere M5S Enrico Stèfano si dimette dalla carica di vice presidente vicario dell’Aula Giulio Cesare

Enrico Stefàno ha comunicato le sue «dimissioni immediate ed irrevocabili dalla carica di vice presidente vicario dell’Assemblea Capitolina». Stefàno ha di fatto svolto le funzioni di presidente dell’Aula da quando fu arrestato il presidente Marcello De Vito, momento in cui lo stesso Stefàno fu designato suo successore. Ma la revoca di De Vito e la successiva nomina di Stefàno a presidente dell’Aula Giulio Cesare non è mai arrivata, a causa di un parere legale degli uffici capitolini che avrebbe paventato il rischio di richiesta danni da parte di De Vito che in realtà non si è mai dimesso pur restando in carcere da ben 106 giorni in attesa di essere processato.

L’annuncio delle dimissioni “solo” dalla carica è apparsa sul profilo Facebook di Enrico Stefano. «A mente fredda spiegherò i motivi. Nel frattempo – scrive Stèfano – mi corre l’obbligo di fare dei ringraziamenti. In primis al mio staff, tutti dipendenti comunali, che da 3 anni con pazienza, dedizione, amore, seguono le mie (dis)avventure. Agli uffici del Segretariato, che in questi tre mesi sono stati una piacevolissima scoperta per competenza e disponibilità. Ai gruppi di opposizione, che, anche se inevitabilmente con idee diverse, si sono dimostrati sempre leali e corretti, nell’interesse della città». «Ovviamente – sottolinea – resta il mio pieno e incondizionato appoggio alla maggioranza e a Virginia, che in questi tre anni sta facendo un lavoro straordinario e merita il supporto di tutti, amministratori e soprattutto cittadini. Continuerò a lavorare per Roma, che amo, dando il massimo per vedere realizzata la nostra idea di città».

«Ennesimo segnale che l’amministrazione Raggi è allo sbando. Situazione che si traduce in un caos amministrativo e gestionale (dai rifiuti ai trasporti, le buche, all’abbandono dei parchi) che i romani vivono, purtroppo, tutti i giorni sulla propria pelle». Questo è quanto dichiarato da Enzo Foschi, vicesegretario del Pd Lazio.

Ti potrebbero interessare anche:

Borgo, controlli anti-abusivismo. Nove denunciati, sanzioni per 40mila euro
Quei cento accampati nella Basilica "dimenticati" dalle istituzioni
Salva Roma, nel piano di rientro la liquidazione della Agenzia regionale turismo
Roma e il degrado: cittadini abbandonati a se stessi
Le mega-promesse di Marino, ecco il piano per le periferie
Maltempo a Roma, alberi caduti e case allagate



wordpress stat